Villasimius

Published on Novembre 17th, 2020 | by Redazione

0

VILLASIMIUS, 300mila euro dalla Regione per la valorizzazione delle isola dei Cavoli e Serpentara

300mila euro dalla Regione per l’Area Marina Protetta di Capo Carbonata per il completamento del progetto di valorizzazione delle Isole dei Cavoli e Serpentara. Recentemente sono stati spoesi 540mila per la sistemazione degli stradelli e restauro del molo Isola dei Cavoli, interventi molto apprezzati dai fruitori dell’isola. Ora tocca anche all’Isola di Serpentara che, finora, non è stata mai valorizzata dal punto di vista della fruizione sostenibile.

 

Il nuovo progetto prevede dunque due focus, uno sull’Isola dei Cavoli (Cala Is Cascias) e l’altro a Serpentara. Per quanto riguarda l’isola dei Cavoli si è manifestata la necessità di attrezzare anche l’approdo verso la Cala di Levante (Cala Is Cascias), approdo molto frequentato nelle frequenti giornate di maestrale in quanto risulta estremamente riparato, al fine di consentirne una fruizione in piena sicurezza. La proposta di intervento prevede dunque la sistemazione di un pontile temporaneo ed amovibile, localizzato in posizione idonea in funzione del fondale e delle correnti, con finiture in legno analoghe a quelle dei pontili realizzati sulla Cala di Ponente (fronte Imbarcadero). Allo sbarco sarà realizzata una struttura leggera, sempre amovibile, che costituirà un punto d’ombra, informativo e d’incontro: questa piccola struttura sarà dotata di energia elettrica grazie ad un pannello fotovoltaico. Sempre a Cala Is Cascias, in uno spazio acqueo limitrofo al nuovo approdo sarà realizzato una piccola area per attività ludico-ricrearive e di educazione ambientale.

Per ciò che attiene l’isola di Serpentara, la proposta di intervento prevede il posizionamento di un approdo temporaneo ed amovibile al termine della stagione estiva, anch’esso in legno come i pontili realizzati sulla Cala di Ponente. Analogamente a Cala Is Cascias, allo sbarco sarà realizzata una struttura leggera, sempre amovibile, che costituirà un punto d’ombra, informativo e d’incontro presidiato grazie ad un impianto fotovoltaico integrato. Dall’approdo sarà facilmente raggiungibile il sentiero che porta alla Torre di San Luigi, da ripulire e rendere agevole con le stesse modalità di recupero dei sentieri dell’Isola dei Cavoli.

(ilsarrabus.news)

:

Tags: , , , ,


About the Author




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑