Sarrabus

Published on Gennaio 28th, 2019 | by Redazione

0

SARRABUS, Pescatori in rivolta: “Abbandonati dalla Regione dopo il nubifragio”

Nessun aiuto dalla Regione dopo i gravissimi danni subiti dal nubifragio dello scorso mese di ottobre. Lo denunciano i pescatori della cooperative di San Giovanni e Colorastrai (Muravera) e di sa Praia (Villaputzu) che hanno annunciato la loro rinuncia a votare per prossime regionali del 24 febbraio. Della loro vicenda riferisce il quotidiano l’Unione Sarda in edicola oggi.

 

Cinquanta famiglie, quelle dei pescatori, che rischiano di non riuscire ad andare avanti. Ad oggi, infatti, non c’è stato alcun sopralluogo, informazione o supporto economico da parte delle istituzioni per le tre cooperative che, a causa del nubifragio, hanno subito danni per circa un milione di euro.

Non solo non abbiamo visto un centesimo ma non si è fatto neppure sentire nessuno – ha spiegato il presidente della cooperativa di Feraxi Giampiero Cuccu al quotidiano cagliaritano – La riteniamo una fresa in giro. In quei drammatici momenti ci chiesero di firmare dei moduli con la conta dei danni entro cinque giorni. Li compilammo, col rischio di commettere degli errori pur di riuscire a rispettare i tempi. Ed ecco il risultato”.

La cooperativa di Feraxi ha denunciato danni per 100mila euro, mentre ammontano a mezzo milioni quelli subiti da quella di san Giovanni i cui soci hanno visto distrutti i pannelli per le gabbie che costano 2500 euro l’uno. “E’ la prima volta che dopo un’alluvione nessuno si fa sentire – ha detto Sandro Maxia, presidente della cooperativa -Da pescatore ho vissuto altre due alluvioni e nel giro di tre mesi tutto si risolveva”.

A Villaputzu i danni ammontano a 280mila euro che vanno a sommarsi al problema del canale ostruito e della morìa dei pesci. “Mai una risposta in questi mesi – ha denunciato il presidente della cooperativa villaputzese Antonello Pisu – nè un segnale di solidarietà da parte della Regione”.

(ilsarrabus.news)

:

Tags: , , ,


About the Author




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑