Sarrabus

Published on Giugno 17th, 2019 | by Redazione

0

SARRABUS, Ombrellone, ma quanto mi costi? Per un giorno anche 25 euro

Tra gli argomenti estivi più chiacchierati è sempre presente il costo degli ombrelloni negli stabilimenti balneari.  Ma è sempre un “caro ombrelloni” come viene definito? Cambiano le fasce di prezzo, a seconda dei periodi della stagione e del posto occupato.

 

A Villaputzu, nella spiaggia di Porto Corallo, a offrire questo servizio c’è il Vela Sport di Mario Lussu, che spiega: «Lo stabilimento offre gli ombrelloni con i due lettini, il prezzo è lo stesso per tutta la stagione ma varia di fila in fila. Nella prima il prezzo ammonta a 22 euro, poi si va a scendere. La seconda fila ne costa venti, la terza diciotto, mentre la quarta, la quinta e la sesta ne costano 15».

Per i turisti del villaggio Corallo Vacanze, dello stesso proprietario, sono inoltre presenti diverse offerte settimanali. Alla vista, quello del Vela, non è il classico stabilimento balneare, gli ombrelloni sono realizzati con una struttura tale da poter stare aperti anche quando tira vento forte e sono realizzati con un materiale naturale, un tessuto in erbe, proveniente dall’Africa. E sull’inizio di stagione dice: «Presenze discrete ma c’è il problema delle alghe che non permette la fruibilità della spiaggia». Un problema che potrebbe essere risolto, visto che oggi, come annunciato dal Comune, sono iniziati i lavori di spostamento della poseidonia.

La stessa scelta di prezzo fisso per tutta la stagione estiva la si trova spostandosi a Feraxi, allo stabilimento Il Delfino. Con venti euro al giorno si paga l’ombrellone per tutta l’estate, da maggio a settembre, e senza distinzione di fila. Una scelta particolare, meno frequente e molto apprezzata dai clienti, come racconta il proprietario Gennaro Fontana: «Ho deciso così, è vero, preferisco rinunciare a qualcosa ma non voglio far spendere troppo, se si considera che le persone che vengono poi devono pensare anche al resto della giornata risulterebbe un prezzo troppo alto. Nello stabilimento gli ombrelloni non sono in tela, ma in paglia. Siamo anche l’unica spiaggia attrezzata per i disabili, che non pagano l’ombrellone, con le sedie job apposite e 400 metri di passerella. E non abbiamo gli ombrelloni classici in tela, ma in paglia». E i clienti gradiscono il costo, che resta invariato non solo da un’estate all’altra, ma anche dalla bassa all’alta stagione. «Ritornano» dice sorridente Gennaro Fontana.

Verso Villasimius, a Porto Giunco, il servizio noleggio ombrelloni, tra gli altri, è offerto dallo stabilimento Notteri di Gianni Pusceddu che racconta: «Il prezzo varia dai periodi. A maggio ombrellone e due lettini costano 18 euro, a giugno si sale a venti, a luglio venticinque e durante la settimana di Ferragosto trenta euro. Questo è il venticinquesimo anno di attività e vedo che la maggior parte degli stabilimenti lavora così, siamo tutti iscritti al SIB (Sindacato Stabilimenti Balneari) e il quadro generale è questo. Dopotutto, quando decidiamo di andare in un ristorante, la prima esigenza è mangiare bene o risparmiare dieci euro? Il ragionamento è lo stesso per gli stabilimenti e soprattutto è la logica di mercato».

Prosegue: «La clientela è contenta quando il livello del servizio è proporzionale al prezzo, ogni giorno grigliamo e livelliamo la spiaggia, i primi che arrivano pensano che sia un peccato anche camminarci sopra». E sull’inizio della stagione dice: «In questo periodo stiamo lavorando a pieno ritmo, sono considerabili quasi i primi veri giorni di lavoro. Ma i nostri clienti sono fidelizzati, il 50% dello stabilimento è già prenotato».

Sara L. Canu

(ilsarrabus.news)

:


About the Author




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑