Ha vinto la cattiva politica e i sarrabesi hanno perso il diritto a potersi curare in loco<..." /> SANITA’, Le associazioni bocciano la riforma della rete ospedaliera: “Ha vinto la cattiva politica” – IlSarrabus.news


Sanità

Published on Ottobre 26th, 2017 | by Redazione

0

SANITA’, Le associazioni bocciano la riforma della rete ospedaliera: “Ha vinto la cattiva politica”

Ha vinto la cattiva politica e i sarrabesi hanno perso il diritto a potersi curare in loco. Ci hanno lasciato le briciole”. Commenta così Lidia Todde, presidentessa di Obiettivo Sanità Sardegna che per anni si è battuta per impedire la riduzione dei servizi del San Marcellino, l’approvazione da parte del Consiglio Regionale della riforma della rete ospedaliera della Sardegna che ha “declassato” l’ospedale di Muravera a “stabilimento di zona disagiata”

 

I 250 milioni dello Stato per l’edilizia sanitaria valgono i tagli alle popolazioni dei piccoli ospedali e gli accorpamenti e il caos nei grandi – spiega Todde – Il nostro era piccolo e funzionante, bastava aggiungere qualche specialità chirurgica e avrebbe funzionato alla grande. Grande governo, che taglia il presente per favorire un futuro incerto, fatto di opere iniziate e cattedrali nel deserto sanitario che hanno creato”.

Prima il baratto commerciale si faceva con beni di prima necessità: fagioli con ceci, patate, lenticchie – conclude la presidentessa di Obiettivo Sanità Sardegna – Oggi in cambio di soldi tagliano vite umane. Il nostro sistema sanitario è ormai al tracollo, con liste d’attesa lunghissime che portano il paziente a rivolgersi altrove a pagamento. Naturalmente potrà curarsi chi avrà soldi, gli altri no. Questo è il nostro futuro sanitario”.

(ilsarrabus.news)

:

Tags: ,


About the Author




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑