La “Sagra del Maialetto Arrosto Sanvitese” che si è celebra..." /> SAN VITO, Polemiche per la Sagra del Maialetto. Il G.S. San Vito: “Nessun aiuto dal Comune” – IlSarrabus.news


San Vito

Published on agosto 16th, 2018 | by Redazione

0

SAN VITO, Polemiche per la Sagra del Maialetto. Il G.S. San Vito: “Nessun aiuto dal Comune”

La “Sagra del Maialetto Arrosto Sanvitese” che si è celebrata sabato richiamando un gran numero di persone fra turisti e residenti si tinge di polemica.

 

L’evento era organizzato dal G.S. San Vito, la società di calcio del paese, il cui presidente, Pietro Vaccargiu, sui social network non usa mezzi termini: “Ha vinto la voglia di far vivere una giornata di festa in un paese dove regna solamente gelosia e invidia – ha scritto Vaccargiu, polemizzando con l’amministrazione comunale – Due sagre nello stesso giorno, assurdo, in un paese morto di vita, dove chi ci comanda non ti aiuta. Neanche un grazie da chi ci comanda. Vergogna. Ci hanno fatto la guerra dall’inizio alla fine, durante la sagra e oltre. Ma siamo andati avanti”.

Rincara la dose l’allenatore della prima squadra, Angelo Padiglia: “Ringrazio il sindaco Siddi e l’assessore Mereu – scrive Padiglia sui social – per averci sostenuto economicamente con l’importo di “zero euro” nonostante tutte le iniziative portate a termine nel 2018. Con il vostro silenzio assordante avete confermato tutto il vostro rancore nei confronti di una associazione che lavora per il bene del paese senza il vostro consenso e supporto. Avete fatto di tutto per intralciare il nostro lavoro e questo i cittadini lo devono sapere. In campagna elettorale ha detto che sarebbe stato il Sindaco di tutti ma purtroppo devo constatare che le sue erano solo parole. Continuate a farvi le vostre festicciole penose a suon di quattrini, noi proseguiremo nel nostro percorso con la consapevolezza di avere amministratori che ci remano contro. Il sindaco spieghi ai cittadini quali criteri ha utilizzato per ridurre il contributo comunale a favore del G.S. San Vito dai.9.500 euro della giunta Meloni agli attuali 5.300 andando contro il suo programma elettorale, spieghi ai cittadini i motivi per i quali con due delibere di giunta ha decurtato il contributo di 1700 euro, spieghi ai dirigenti del G.S. San Vito perché non ha mai risposto alla richiesta di restituzione di alcune migliaia di euro spesi per la manutenzione del campo e riparazione del tosaerba di proprietà comunale”.

La risposta del sindaco è stata a stretto giro di posta, manco a dirlo, tramite i social network: “Non sono riuscito a trovare dentro di me tutta quella cattiveria, gelosia, invidia, rancore e voglia di boicottare – ha scritto Marco Antonio Siddi rivolgendosi al presidente del sodalizio sportivo sanvitese – Credo che il Comune, a parte il contributo che non le spetta, abbia messo a disposizione tutto ciò che è stato chiesto e non può negarlo. Se invece lei per boicottaggio intende la mia ferma presa di posizione sul piano di sicurezza proposto dalla sua società, ebbene sì , è vero che ho chiesto che venisse modificato in quanto così come presentato metteva a repentaglio la vita e la sicurezza di centinaia di persone, perché il mio compito era quello di salvaguardare soprattutto l’incolumità dei cittadini che voi incautamente stavate mettendo a repentaglio. A proposito dei contributi di cui non ha goduto, credo che sia a conoscenza che vanno concessi in base ad un regolamento tramite successiva delibera e mi risulta che lei (e non credo di sbagliare) abbia fatto pervenire al Comune di San Vito una lettera (protocollata) con la quale dichiarava che la sua società G.S. San Vito Calcio , per il 2018 non avrebbe organizzato nessun evento. Mi si rimprovera perché ho consentito lo svolgersi dello spettacolo musicale in piazza Sardegna a cura del comitato Santa Barbara: ebbene se l’avessi impedito (ma non potevo) avrei fatto un favore alla sua società ed un torto a cinquecento concittadini che hanno assistito al graditissimo spettacolo, evidentemente interessati più a questo che all’altro. Come può notare cerco di essere il sindaco di tutti”.

Nella polemica si inserisce anche “SanVitoInsieme”, il gruppo di minoranza in consiglio comunale: “Prendiamo atto della deriva autoritaria e del delirio di onnipotenza di cui è sempre più preda il Sindaco ogni giorno che passa – si legge in una nota – invece di crescere ed imparare, di assumere un contegno consono al suo ruolo, si dimostra sempre meno adeguato a ricoprire la carica di primo cittadino, di garante e rappresentante di tutta la comunità sanvitese”.

(ilsarrabus.news)

:
Condividi sui social e seguici:

Tags: , , , , , , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑
  • Notizie più recenti

  • Seguici su Facebook

  • Commenti recenti

  • Archivi

  • Categorie