Ambiente

Published on Maggio 9th, 2020 | by Redazione

0

PILLOLE DI CINOFILIA. La comparsa del cane sulla Terra

15 milioni di anni fa, comparvero sulla terra, i Canidi. Da qui l’inizio del “Canis Familiaris” (Cane di famiglia o domestico). Il discendente del Cane per antonomasia è il Lupo. Difatti studi scientifici mediante l’esame del mitocondrio (parte di una cellula che contiene il DNA dell’individuo) hanno ampiamente dimostrato questa teoria.

 

Una prima testimonianza del rapporto Uomo-Cane possiamo riscontrarla con il ritrovamento di un fossile di un bambino abbracciato ad un Cane, in un Villaggio di Natufiani, durante l’epoca del Pleistocene, circa 12.000 anni fa. L’eccezionale similitudine della vita sociale tra Cane e Uomo ha reso possibile la convivenza e l’affiatamento tra gli stessi. Entrambi vivono in gruppo con una società piramidale basata sulla gerarchia.

Sia l’Uomo che il Cane non sono abitudinari per le esigenze alimentari, si adattano ai cambiamenti ambientali, si riproducono con facilità, ma soprattutto hanno la capacità di comprendere gli stati d’animo.

L’Uomo ed il Cane sono predatori. E fu così che, mentre il Cane si rendeva conto che l’Uomo aveva dalla sua parte l’uso delle capacità mentali, con la costruzione di attrezzi e trappole per la cattura delle prede, l’UIomo si rese conto che la caccia delle prede con un gruppo di Cani, risultava più facile per la cattura, perché il Cane per la sua prestanza fisica tende tranquillamente a stancare la preda.

Il Cane venne quindi inserito nei primi insediamenti abitativi, villaggi, con l’impiego di difesa del territorio, guardia e pulizia delle carcasse e delle carogne presenti nel villaggio. Si arriva quindi all’addomesticamento. Si hanno quindi vite sociali simili e indipendenti, ma l’Uomo prende il controllo su tutte le fasi della vita del Cane. Possiamo dire che l’addomesticamento ha portato il Cane all’evoluzione moderna con il suo mix di analogie genetiche e sociali.

Nell’analogia sociale Uomini e Cani vivono in gruppo, scegliendo un leader. Sia i cuccioli che i bambini, quando nascono, sono inermi, che dipendono in toto dalla madre. Così come la femmina di Cane allatta e svezza i cuccioli tramite i suoi rigurgiti, così la Madre dei bambini, da loro nutrimento con latte e pappe. In entrambi i casi parliamo di cure parentali.

Il Cane e l’Uomo usano entrambi comunicazione verbale e para-verbale. La maturità è presente in entrambe le specie. La maturità sessuale precede quella sociale.

Stefano Galdi – Educatore Cinofilo FISC
stefano.galdi@tiscali.it

(ilsarrabus.news)

:


About the Author




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑