Muravera

Published on Giugno 28th, 2019 | by Redazione

0

MURAVERA, L’appello dei lavoratori del Tiliguerta: “Aiutateci a salvare il nostro lavoro”

Aiutateci a non far morire questa splendida realtà che, da anni, è il punto di riferimento per molti turisti italiani e stranieri oltre che per noi e per le nostre famiglie”. Lo scrivono in un’accorata lettera i dipendenti del camping Tiliguerta di Costa Rei (Muravera) con la quale chiedono un incontro tra le istituzioni e la società di gestione del camping i cui proprietari sono stati travolti, nello scorso marzo dall’inchiesta sugli abusi edilizi nel loro villaggio. Su ordine del Gip di Cagliari Roberto Cau, erano state messe sotto sequestro 52 case mobili (trasformate in fisse, secondo l’accusa), e i 5 responsabili, tra proprietario e titolari, erano finiti nel registro degli indagati. L’obiettivo è salvare il posto di lavoro.

 

I lavoratori del Camping Tiliguerta sono complessivamente 47, tutti regolarmente assunti, di cui 20 donne e 27 uomini, la maggior parte di età compresa tra i 38 e i 60 anni. Uomini e donne altamente qualificati anche grazie alla continua formazione ricevuta nel corso dell’anno

Alcuni di noi da anni, altri da meno tempo – si legge nella lettera – dedicano a questa struttura il massimo impegno per garantire un soggiorno indimenticabile ai nostri ospiti e ai loro amici a quattro zampe che desiderano trascorrere, nel nostro campeggio, le loro vacanze. La spiacevole situazione, in cui ci troviamo coinvolti in questi giorni, ci rende profondamente dispiaciuti e preoccupati”.

Finora, come specifica Laura Deiana, amministratore Delegato Spiaggiadoro srl, dieci persone non sono state riconfermate a seguito delle vicende giudiziarie e del sequestro della struttura: “Siamo stati costretti a rinunciare anche a 13 lavoratori stagionali – spiega Deiana – che fino allo scorso anno venivano impiegati nei 5 mesi di alta stagionalità. Qualora si procedesse a un dissequestro in breve tempo, i lavoratori potrebbero essere reintegrati; al contrario, se la situazione del sequestro dovesse persistere, speriamo di non dover intervenire, nostro malgrado, con tagli più drastici”.

(ilsarrabus.news)

:

Tags: , ,


About the Author




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑