Apertis Verbis

Published on giugno 2nd, 2018 | by Redazione

0

LA LETTERA. “La Regione vuole chiudere l’ospedale? I sindaci reagiscano e rassegnino le dimissioni”

Vivo nel nord-Italia dagli anni Settanta ma il mio cuore è rimasto nel Sarrabus e, in particolare, nella mia Muravera nella quale torno appena ne ho la possibilità.

 

Seguo con attenzione le vicende della mia terra e mi amareggia particolarmente quella relativa all’ospedale San Marcellino che negli anni ha subito una graduale riduzione dei propri servizi.

Ora, oltre all’ulteriore taglio deciso di recente dalla Regione Sardegna nell’intento di razionalizzare i servizi, si aggiunge il rischio di chiusura. Tutto, nonostante le battaglie dei miei concittadini sarrabesi che, come ho appreso, si preparano per l’ennesima volta a scendere in piazza.

Le manifestazioni popolari sono certamente utili, ma forse occorre un qualcosa di più, ovvero che i sindaci del Sarrabus e del Gerrei facciano qualcosa di concreto ed eclatante per costringere chi di dovere a tornare sui suoi passi. Secondo me, i primi cittadini dovrebbero recarsi dal presidente della Giunta Regionale e consegnare le loro fasce tricolori accompagnate da una lettera di dimissioni. Lo stesso dovrebbero fare i sindaci degli altri territori interessati ai tagli ai piccoli ospedali.

Forse solo in questa maniera, di fronte ad una valanga di dimissioni e di comuni senza più una guida, la Regione si degnerebbe di fermare un processo che sta distruggendo la sanità del Sarrabus e dell’intera Sardegna.

Lettera firmata – Cuneo

(ilsarrabus.news)

:
Condividi sui social e seguici:

Tags: , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑
  • Notizie più recenti

  • Seguici su Facebook

  • Commenti recenti

  • Archivi

  • Categorie