Villasimius

Published on giugno 29th, 2018 | by Redazione

0

VILLASIMIUS, Parte oggi la manifestazione culturale internazionale Latitudine 39

Cultura, musica e tradizioni del Mediterraneo, unite dalla linea non solo ideale del 39° parallelo. E quest’anno la seconda edizione della manifestazione culturale internazionale Latitudine 39, organizzata dal Comune di Villasimius con il sostegno della Fondazione di Sardegna, si arricchirà con un dibattito di politica e geopolitica con la presenza di Manuel Alegre, una delle personalità più rilevanti della cultura e della politica europee, tra i massimi esponenti del socialismo continentale e della riflessione sulla comune identità europea.

 

L’evento 2018 aprirà i battenti oggi, e vedrà protagonisti il politico e scrittore portoghese e la pianista Silvia Belfiore. Nella prima parte della serata, con inizio alle ore 21 nel rinnovato Parco Bussi, Alegre proporrà reading poetici delle proprie opere e una conversazione pubblica sui legami storici tra Portogallo e Italia e su quelli culturali del paese lusitano con la Sardegna, alla luce dell’identità comune della civiltà europea tra il Mediterraneo e l’Atlantico. Di fatto, l’Isola condivide con il Portogallo paesaggi, megalitismo della civiltà preistorica, forme abitative, vocazioni agricole, aderenza alle tradizioni, varietà dei patrimoni culturali e un legame intimo con l’esperienza acquea, espresso nelle esplorazioni e negli scambi mercantili tra le rive opposte dei mari su cui le due terre rispettivamente si affacciano.

Con l’ex parlamentare, attuale membro del Consiglio di Stato del Portogallo, saranno affrontati temi particolarmente urgenti e significativi: l’indebolimento dell’identità europea, l’azione di tecnocrazia non conforme ai sentimenti delle comunità, la crisi di rappresentanza di socialismi e social-democrazie, l’eclissi dell’orizzonte comune di visioni e valori, la difformità non giustificabile di rilievo geopolitico per le rive meridionali del Mediterraneo e per il ‘Bairro Ocidental’ portoghese nei confronti dei Paesi continentali.

Sarà un’occasione di analisi importante sulla tematica della perdita della sovranità nell’era contemporanea, con particolare riferimento alla caduta del pensiero della sinistra occidentale, ma non solo”, afferma il sindaco di Villasimius, Gianluca Dessì. “L’augurio è che tutti i fantapolitici dei social possano cogliere quest’opportunità di un confronto serio e concreto che vada oltre la tastiera di un computer – aggiunge Dessì – e l’invito è rivolto in particolare ai giovani, affinché attraverso l’incontro con questa personalità di assoluto prestigio possano approfondire e incrementare la propria cultura politica”.

L’intervento di Alegre sarà seguito, alle ore 23, dal concerto per pianoforte della musicista piemontese, ma da anni residente a Villasimius, Silvia Belfiore. La pianista, che si è esibita in oltre 500 concerti in tutto il mondo, presenterà un repertorio di musiche moderne e contemporanee dedicate all’universo acqueo dell’oceano Atlantico e del mar Mediterraneo.

Latitudine 39 proseguirà domenica 1 luglio con un’altra serata dedicata alla cultura del Portogallo, che vedrà sul palco del Parco Bussi Antònio Chainho e Isabel Noronha esibirsi in una performance di fado tradizionale, un genere musicale tutelato dall’Unesco come patrimonio dell’umanità, e di jazz lusitano contemporaneo. L’artista alentejano è considerato uno dei maggiori maestri di guitarra portuguesa.

La terza serata della manifestazione, venerdì 6 luglio in piazza Gramsci, proporrà una delle forme più interessanti e brillanti di interpretazione delle musiche tradizionali sarde, con i maestri di launeddas Andrea Pisu e di organetto Vanni Masala. Fondatori del gruppo Fantafolk, i due musicisti propongono rielaborazioni dei ritmi dell’antico Mediterraneo inserendoli in creazioni elettriche e di world jazz.

Nell’ultimo appuntamento, in programma domenica 15 luglio, saliranno sul palco di Latitudine 39, che si sposterà nel porto turistico, i Tamburellisti di Torrepaduli, con musiche trascinanti suonate con strumenti tradizionali a corda e percussione, e balli altamente coreografici eseguiti dalle danzatrici della pizzica salentina. La serata sarà preceduta da una conversazione pubblica con Pierpaolo De Giorgi, leader dello storico gruppo di pizzica, sulle musiche di guarigione nelle società tradizionali di Puglia, Sardegna e Mediterraneo.

Latitudine 39 è realizzato con il sostegno della Fondazione di Sardegna e delle attività economiche di Villasimius. Ha ricevuto i prestigiosi patrocini dell’Instituto Camões Portugal, dell’Università di Padova e del suo Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari.

(ilsarrabus.news)

:
Condividi sui social e seguici:

Tags: , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑
  • Notizie più recenti

  • Seguici su Facebook

  • Commenti recenti

  • Archivi

  • Categorie