, che dà il benvenuto a Porto C..." /> VILLAPUTZU, Una grande pietra per dare il benvenuto a Porto Corallo – IlSarrabus.news

Villaputzu

Published on giugno 22nd, 2018 | by Redazione

4

VILLAPUTZU, Una grande pietra per dare il benvenuto a Porto Corallo

Una grande pietra in stile “Costa Smeralda”, che dà il benvenuto a Porto Corallo, donata da Francesco PisanuFrancesca Bonu, da questa mattina fa bella mostra di sè all’incrocio fra la ex statale 125 e la strada per Porto Corallo.

 

La pietra, che reca il nome della località turistica villaputzese è decorata con colori azzurro e giallo e impreziosirà, rendendo al contempo più visibile l’ingresso per la strada che porta al mare.

Ringraziamo di cuore Francesco Pisanu e Francesca Bonu per aver realizzato e donato l’opera, un regalo fatto a tutta la comunità – dichiara il sindaco Sandro Porcu – questo è un piccolissimo risultato conseguito da tutta l’amministrazione comunale. Un grazie veramente di cuore ai consiglieri Christian Putzu e Gabriele Porcu perché hanno lavorato tanto, nel vero senso del termine per questo risultato. Io sono in prima fila ma dietro di me ho una squadra fortissima di persone umili che lavorano sodo per il bene del paese”.

(ilsarrabus.news)

:
Condividi sui social e seguici:

Tags: , , , ,


About the Author



4 Responses to VILLAPUTZU, Una grande pietra per dare il benvenuto a Porto Corallo

  1. Egidio says:

    Egregio Signor Sindaco di Villaputzu.
    Dopo un paio di decenni di assenza dal nostro paese, sentivo la necessità e la nostalgia di rivedere la nostra mitica fonte villaputzese “sa mizza crobetta”. Immagino che Lei Signor Sindaco, riguardo alla sua giovane età, questa sorgente non la conosca nemmeno. Ebbene, uno di questi giorni mentre il ricordo di questa fonte mi ossessionava, la curiosità ha avuto il sopravvento e andai a visitare quella splendida sorgente impressa ancora nella mia mente da fanciullesca memoria. La fonte, ove i nostri avi in tempi assai lontani si dissetavano per necessità è ancora là, allo stato brado, ammantata dal rovo selvatico che la avvinghia in una stretta mortale. Il mormorio sommesso di un filo d’acqua che sgorga perenne mi ha riportato indietro nel tempo, quando con mia madre e una mia sorellina andavamo a piedi alla sorgente equipaggiati con brocche, secchi e bottiglie ad attingere quella fresca acqua per uso domestico che fluiva dalla collina adiacente. Spesso bisognava anche fare la fila e aspettare il nostro turno perché la sorgente era di solito attorniata da persone, e che nell’attesa si raccontavano a vicenda gli ultimi eventi di Villaputzu in una sfera di distensione e felicità. Questa è una fonte che ha scritto la storia del nostro paese e appartiene per diritto alla nostra collettività, mentre oggi, il tempo e l’incuria la stanno annientando. Questi giorni scorsi mentre andavo a visitarla non ho visto nessun cartello che indicava il sito, eppure è una località molto importante per i Villaputzesi. Quell’acqua fresca che, ancora oggi sgorga, sia essa potabile o non, ne ho bevuto un paio di sorsi, come facevo da piccolo, mi è sembrato di rivivere quell’ebbrezza infantile del secolo scorso, ricordi ormai svaniti nella notte dei tempi. Egregio Signor Sindaco, Le scrivo questa lettera per indurla, se possibile, di ridare un nuovo look a questa fonte che ha caratterizzato il destino dei nostri avi e anche per tenere in vita una fonte che ha stilato la nostra storia. Mettere in sesto questa sorgente e salvarla dall’estinzione per portarla agli allori del passato immagino che il costo non sia eccessivo. Credo che, dando una nuova veste alla nostra sorgente e installando cartelli che indichino il sito, molti villaputzesi e tantissimi turisti sarebbero propensi a visitarla. Nella speranza che lei prenda in considerazione questo mio scritto, La saluto cordialmente. PS: Splendida stele al bivio di Porto Corallo

    Egidio Loi Villaputzu

  2. Egidio Loi says:

    Egregio Signor Sindaco di Villaputzu.
    Dopo un paio di decenni di assenza dal nostro paese, sentivo la necessità e la nostalgia di rivedere la nostra mitica fonte villaputzese “sa mizza crobetta”. Immagino che Lei Signor Sindaco, riguardo alla sua giovane età, questa sorgente non la conosca nemmeno. Ebbene, uno di questi giorni mentre il ricordo di questa fonte mi ossessionava, la curiosità ha avuto il sopravvento e andai a visitare quella splendida sorgente impressa ancora nella mia mente da fanciullesca memoria. La fonte, ove i nostri avi in tempi assai lontani si dissetavano per necessità è ancora là, allo stato brado, ammantata dal rovo selvatico che la avvinghia in una stretta mortale. Il mormorio sommesso di un filo d’acqua che sgorga perenne mi ha riportato indietro nel tempo, quando con mia madre e una mia sorellina andavamo a piedi alla sorgente equipaggiati con brocche, secchi e bottiglie ad attingere quella fresca acqua per uso domestico che fluiva dalla collina adiacente. Spesso bisognava anche fare la fila e aspettare il nostro turno perché la sorgente era di solito attorniata da persone, e che nell’attesa si raccontavano a vicenda gli ultimi eventi di Villaputzu in una sfera di distensione e felicità. Questa è una fonte che ha scritto la storia del nostro paese e appartiene per diritto alla nostra collettività, mentre oggi, il tempo e l’incuria la stanno annientando. Questi giorni scorsi mentre andavo a visitarla non ho visto nessun cartello che indicava il sito, eppure è una località molto importante per i Villaputzesi. Quell’acqua fresca che, ancora oggi sgorga, sia essa potabile o non, ne ho bevuto un paio di sorsi, come facevo da piccolo, mi è sembrato di rivivere quell’ebbrezza infantile del secolo scorso, ricordi ormai svaniti nella notte dei tempi. Egregio Signor Sindaco, Le scrivo questa lettera per indurla, se possibile, di ridare un nuovo look a questa fonte che ha caratterizzato il destino dei nostri avi e anche per tenere in vita una fonte che ha stilato la nostra storia. Mettere in sesto questa sorgente e salvarla dall’estinzione per portarla agli allori del passato immagino che il costo non sia eccessivo. Credo che, dando una nuova veste alla nostra sorgente e installando cartelli che indichino il sito, molti villaputzesi e tantissimi turisti sarebbero propensi a visitarla. Nella speranza che lei prenda in considerazione questo mio scritto, La saluto cordialmente.
    Egidio Loi Villaputzu

  3. Egidio Loi says:

    Complimenti per la bellissima stelle al bivio per Porto Corallo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Back to Top ↑
  • Notizie più recenti

  • Seguici su Facebook

  • Commenti recenti

  • Archivi

  • Categorie