Villaputzu

Published on Maggio 15th, 2019 | by Redazione

0

VILLAPUTZU, Un finanziamento di 70mila euro per il nuovo impianto di videosorveglianza

L’amministrazione comunale di Villaputzu ha ottenuto un finanziamento di 70.000 euro della Regione Sardegna per la realizzazione di un nuovo impianto di videosorveglianza. Grazie alla partecipazione al bando regionale ”Reti per la sicurezza del Cittadino e del Territorio”, l’ente si è aggiudicato l’importante finanziamento che permetterà di avere finalmente una rete dei servizi che garantirà un’adeguata copertura del territorio comunale.

 

Si tratta di un progetto regionale innovativo al quale il comune di Villaputzu ha partecipato e che permetterà a tutti i comuni finanziati di far parte di una rete di videosorveglianza per garantire la pubblica sicurezza. Un sistema molto avanzato tecnologicamente in stretto collegamento con le centrali delle forze di polizia. L’obiettivo principale del progetto promosso dalla Regione Sardegna è stato quello di dotarsi di un sistema tecnologico di controllo per assicurare nei centri urbani condizioni ambientali di sicurezza, oltre che favorire la prevenzione e contrastare episodi di illegalità.

Sono interventi molto importanti e più volte richiesti anche dai nostri concittadini perché vanno ad incrementare i livelli di sicurezza del nostro paese – ha spiegato il sindaco, Sandro Porcu – È importante infatti un maggior controllo anche attraverso le telecamere, unitamente all’operato delle forze dell’ordine per garantire la sicurezza della cittadinanza”.

L’amministrazione comunale ora dovrà elaborare un progetto del nuovo impianto di videosorveglianza concentrando il posizionamento delle stesse nelle zone più sensibili e a rischio, come le piazze, gli edifici pubblici e i due ingressi principali del paese.

(ilsarrabus.news)

:
Condividi sui social e seguici:
error

Tags: ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑