Villaputzu

Published on Gennaio 22nd, 2018 | by Redazione

2

VILLAPUTZU, Il sindaco “Murtas presto aperta tutto l’anno quando non ci sono esercitazioni”

La situazione riguardante il poligono militare e la spiaggia di Murtas è ben chiara ed è frutto dell’accordo stipulato poco tempo fa fra il ministro della Difesa Roberta Pinotti, esponente Pd, ed il governatore della Regione Sardegna, Francesco Pigliaru (anche lui in quota partito Demoratico): la spiaggia di Murtas è totalmente fruibile alla popolazione civile nei mesi estivi, dal 1 giugno al 30 settembre e lo sarà anche nel resto dell’anno qualora non siano in programma esercitazioni ma su quest’ultimo punto stiamo lavorando ad un accordo con i vertici della base che contiamo di raggiungere molto presto, possibilmente prima di Pasqua”. Lo afferma il sindaco di Villaputzu, Sandro Porcu, rispondendo ad una missiva del circolo Pd di Villaputzu “Tore Loi”.

 

Su tutte i punti evidenziati nel documento del Partito Democratico – precisa Porcu – il sottoscritto e l’amministrazione comunale stanno lavorando da tempo. Per le altre cose ci vorrà un po’ di tempo ma i segnali sono assolutamente positivi. Abbiamo ottenuto importanti risultati e questo è sotto gli occhi di tutti”.

Il primo cittadino di Villaputzu, a proposito della lettera del circolo del Partito Democratico di Villaputzu, chiarisce anche che i dem “hanno utilizzato un metodo a mio avviso sbagliato. Sanno bene della mia disponibilità ad incontrare e a dialogare con tutti. Una lettera? Sono abituato a guardare in faccia le persone. Non vorrei che dietro a questo documento ci siano soltanto degli obiettivo legati all’imminente scadenza elettorale: chi ha veramente a cuore le sorti del paese lavora tutto l’anno e non solo in occasione di consultazioni elettorali”.

(ilsarrabus.news)

:
Condividi sui social e seguici:

Tags: , , ,


About the Author



2 Responses to VILLAPUTZU, Il sindaco “Murtas presto aperta tutto l’anno quando non ci sono esercitazioni”

  1. Massimiliano Meloni says:

    Peccato che tra gli importanti risultati, manchino le indennità spettanti al Comune di Villaputzu per le aree gravate dalla servitù militare. DUEMILIONIDUECENTOMILAEURO (€. 2.200.00,00), che lo stato italiano avrebbe dovuto versare quasi 5 anni fa per il quadriennio 2009-2013 e che ad oggi non se né vede neanche l’ombra.

  2. Circolo PD Villaputzu says:

    PARTITO DEMOCRATICO Circolo Tore Loi – Villaputzu
    Alla cortese attenzione del Signor Sindaco di Villaputzu
    Egregio Signor Sindaco,
    in primo luogo La informiamo che, con la nostra lettera del 18 gennaio scorso a proposito del “protocollo d’intesa”, riteniamo di non aver “utilizzato un metodo” sbagliato, come Lei ha asserito, ma abbiamo utilizzato semplicemente la procedura messa a disposizione nel sito istituzionale del Comune di Villaputzu “@ scrivi al Sindaco” . Tra l’altro aspettiamo ancora riscontro di contatto “al più presto”.
    Ci spiace prima di tutto che abbia respinto la nostra dichiarata disponibilità al confronto e al dialogo che pure Le abbiamo manifestato nella lettera citata.
    Anche noi avremmo gradito in siffatta occasione un Suo preciso invito per aprire un confronto , magari guardandoci negli occhi, ma Lei purtroppo non l’ha fatto dimostrando ben diversa sensibilità rispetto a quella del Presidente Pigliaru che ha voluto l’apertura di un confronto e il voto del Consiglio Regionale.
    In questo Lei ha perso la possibilità, davvero storica, di presentare un pacchetto di proposte complessive per i terreni sottoposti a vincolo militare nel nostro comune, così come invece hanno minuziosamente fatto gli altri sindaci per i loro territori senza dover cercare ora possibili accordi con le autorità militari locali che proprio il protocollo ha cercato di evitare.
    Possiamo confermare ai cittadini, perché nulla abbiamo da nascondere, anzi, che siamo impegnati nella campagna elettorale per il rinnovo del Parlamento e che, pur nei nostri limiti, nulla ci impedirà di ascoltarli e informarli di quanto il Partito Democratico ha fatto e farà per l’Italia.
    E con i cittadini capiterà di parlare anche dei problemi che toccano la nostra comunità tra cui la privatizzazione del porto, l’approvazione dello strumento urbanistico demandato ad un commissario, il riutilizzo del mattatoio, ecc. ecc.
    Continueremo a scriverle perché ci teniamo a concorrere alla soluzione dei problemi locali e, comunque, ad esprimere liberamente le nostre valutazioni .
    Le auguriamo come sempre buon lavoro, che speriamo più proficuo di quello fatto sino ad adesso visti i risultati, invitandola a pubblicare magari la foto di un’ opera pubblica realizzata e/o messa in funzione come ad esempio potrebbe essere quella del mattatoio comunale.
    Cordiali saluti.
    Villaputzu, 24 gennaio 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑