Villaputzu

Published on Luglio 19th, 2018 | by Redazione

1

VILLAPUTZU, Camion incastrato, è stato un errore dell’autista. Il Comune prepara ordinanza anti Tir

L’errore di manovra dell’autista che ha imboccato la via Giardini in modo errato è stato alla base dell’inconveniente accaduto ieri a Villaputzu ad un mezzo pesante rimasto letteralmente incastrato. Ora però l’amministrazione comunale corre ai ripari e fra oggi e domani verrà approntata un’ordinanza che vieterà a certe categorie di mezzi pesanti di fare quel percorso.

 

“Nel corso di questo primo mese di sperimentazione della nuova viabilità in quella strada sono passati mezzi pesanti ben più grossi di quello rimasto incastrato ieri – spiega il sindaco Sandro Porcu – In fase di progettazione e di studio sono stati fatti tutti i calcoli e le prove necessarie per garantire la transitabilità di quel passaggio. L’inconveniente di ieri è stato causato dall’errore dell’autista che ha sbagliato la manovre d’ingresso”.

“In questa fase di sperimentazione, ci possono essere aspetti negativi come quello di ieri – continua il primo cittadino di Villaputzu – In tempi brevissimi, fra oggi e domani prepareremo un’ordinanza per vietare il passaggio di alcune categorie di mezzi pesanti in quel tratto di strada come avviene in tantissimi centri della Sardegna e d’Italia. Dovranno fare un giro un po’ più lungo. Questo darà un piccolo sollievo a cittadini di via Giardini e dintorni che, con la nuova viabilità, hanno visto aumentare volume di traffico nel loro rione. Ricordo che in precedenza quel tratto di strada era a doppio senso e non erano infrequenti i problemi coi grossi mezzi, specie autobus turistici che, incrociando un’automobile, bloccavano il traffico”.

(ilsarrabus.news)

:

Tags: , , ,


About the Author




One Response to VILLAPUTZU, Camion incastrato, è stato un errore dell’autista. Il Comune prepara ordinanza anti Tir

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑