Sarrabus

Published on Maggio 8th, 2018 | by Redazione

0

SARRABUS, Appello di Gianfranco Mattana (San Vito): “Potenziare servizio di disinfestazione”

Pochi operatori nel Sarrabus per il servizio di disinfestazione dagli insetti, specialmente zanzare, che coi primi caldo proliferano creando disagi alla popolazione, oltre ad essere un potenziale pericolo per la salute della cittadinanza, un rischio che non va sottovalutato.

 

Lo denuncia il consigliere comunale di San Vito, Gianfranco Mattana che chiede alla Provincia del Sud Sardegna uno sforzo per migliorare il servizio.

«Non si riesce a capire – scrive Mattana in una nota – come mai la Provincia non riesca ad effettuare gli stessi interventi degli anni passati. Eppure c’è la necessità che la campagna di disinfestazione venga potenziata, tanto più che il servizio non copre soltanto la nostra zona ma anche Burcei e parte del Gerrei».

L’appello di Mattana è rivolto non solo alla Provincia ma anche ai sindaci dell’Unione dei Comuni:«Devono far sentire maggiormente la loro voce – dichiara l’esponente politico sanvitese – Le unità lavoratrici dislocate in zona devono essere impiegate per un’efficace disinfestazione e la Provincia non può esimersi dal compito visto che è sua la competenza dopo che la Regione le ha trasferito i relativi compiti. Problemi relativi ai fondi disponibili? La Regione contribuisce alle spese sostenute dalla Provincia per la lotta ed il controllo degli insetti nocivi con erogazioni annuali».

Fatto sta che nel Sarrabus coi primi caldi insetti, soprattutto zanzare, stanno creando non pochi problemi: «Nel Sarrabus e nel Gerrei pretendiamo lo stesso trattamento che hanno i cittadini della Città Metropolitana di Cagliari dove viene effettuata una normale disinfestazione con cicli continui, esattamente come si faceva una volta nel nostro Sarrabus».

(ilsarrabus.news)

:

Tags: , ,


About the Author




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑