Sarrabus

Published on Agosto 14th, 2020 | by Redazione

0

SARRABUS, Il ponte di ferro (e di sospiri): ecco il suo futuro

I soldi ci sono, o meglio, ci sarebbero per mettere in sicurezza lo storico ponte sul Flumendosa che collega la riva muraverese con quella villaputzese e, forse (anche se in questo caso andrebbe scritto a caratteri cubitali) ci sarebbe la possibilità di chiedere e ottenere uno svincolo dalla nuova statale 125 che bypassi l’attuale viadotto le cui condizioni, lo sanno anche le pietre, non sono buone.

 

Basta dare un’occhiata anche distratta alle arcate per rendersi conto che quella vecchia struttura, oltre che essere inadeguata al volume di traffico attuale, presenta numerosi punti di criticità, a cominciare dalle arcate: sia quelle in ferro che quelle in cemento mostrano impietosamente i segni del tempo e anche la struttura del ponte non è più adatta ad un traffico intenso, specie quello pesante che, infatti, da qualche tempo a questa parte è stato vietato con la sola eccezione degli autobus di linea.

E poi ci sono quei semafori, tanto contestati da cittadini e amministratori locali, che ricordano che quello storico ponte va trattato con «delicatezza». I semafori parevano il preludio ai lavori promessi dalla Provincia del Sud Sardegna ma di lavori non se n’è vista nemmeno l’ombra. Uno spiraglio però c’è: la Regione sembrerebbe (il condizionale in questi casi è d’obbligo) pronta a stanziare un nuovo finanziamento per la messa in sicurezza del viadotto.

Si tratta 750mila euro appena sufficienti per lavori che però non risolverebbero la situazione. Un finanziamento che potrebbe essere rimpinguato con due milioni di euro coi quali si potrebbe intervenire per irrobustire la struttura e sistemarla anche se non in maniera definitiva. Le speranze sono riposte in un’altra «iniezione» di fondi (almeno quattro milioni di euro), un vero e proprio intervento di protezione civile che prevede l’allargamento della sezione del fiume con una nuova campata in cemento, lato Muravera.

Il Comune di Villaputzu, diretto interessato all’efficienza del ponte ha avanzato anche altre richieste: «»Abbiamo avuto rassicurazioni verbali – ha detto il sindaco Sandro Porcu – che verranno inserite, esternamente al ponte – due corsie laterali per le biciclette ed i pedoni e l’installazione di un impianto d’illuminazione».

Potrebbe addirittura esserci la possibilità di ottenere lo svincolo in direzione Villaputzu dalla nuova statale 125, così si sussurra in Regione, una richiesta avanzata da più di un’amministrazione comunale di Villaputzu. Ma qui siamo già nel campo della fantascienza.

(ilsarrabus.news)

:

Tags: , ,


About the Author




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑