San Vito

Published on Gennaio 19th, 2021 | by Redazione

0

SAN VITO, Giunta e minoranza, confronto sul turismo, “Serve progetto unitario di sviluppo”

Quale futuro per il turismo a San Vito? Su questo tema si confrontano l’amministrazione comunale guidata da Marco Antonio Siddi e il gruppo di minoranza SanVitoInsieme coordinato da Alberto Cuccu.  «Fino ad oggi si è operato senza un progetto unitario di sviluppo del territorio – ha spiegato Alberto Cuccu – per questo sollecitiamo l’apertura di un confronto aperto a tutti i soggetti portatori di interessi individuali o collettivi, finalizzato all’elaborazione del Piano. Noi riteniamo che il Piano di interventi debba prevedere un’articolazione sia a breve che a medio-lungo termine, partendo con un coinvolgimento dell’Amministrazione Comunale con l’Università di Cagliari, per l’avvio di tavoli di concertazione con tutti i soggetti interessati presenti nel territorio, per programmare interventi sinergici al fine di migliorare i servizi al turista, confrontarsi con le diverse competenze, e proporre una nuova esperienza turistica in linea con le dinamiche del mercato». 

In buona sostanza la minoranza propone «l’attivazione di info-point, la realizzazione di un sito web turistico del Comune; la produzione di materiale informativo cartaceo, la riorganizzazione della segnaletica stradale e cartellonistica, la definizione di tracciati urbani ed extraurbani, oltre a punti panoramici che diano una sintesi della storia sanvitese e la possibilità di ammirare quanto il nostro territorio offre. Nel Piano si dovranno proporre le azioni finalizzate ad implementare la diversificazione dell’offerta con l’individuazione e promozione di percorsi tematici presenti non solo nel territorio comunale, ma anche in quello sarrabese e del Gerrei, attraverso le strutture museali dei territori, con convenzioni e istituzioni di card per l’ingresso ai siti, altresì con convenzioni con il trasporto pubblico. Verrà incentivata la promozione e lo scambio di attività culturali attraverso gemellaggi con altre città e l’organizzazione di eventi innovativi».

Dal canto suo, il sindaco, Marco Antonio Siddi, mette in evidenza l’importanza in chiave turistica del centro storico del paese: «Il centro storico  – spiega il primo cittadino – non è solo uno spazio urbano da riqualificare ma è memoria e identità per l’intera comunità, è patrimonio collettivo, attraverso lo snodarsi di vie e vicoli, materiali e modalità di costruzione, corti e portali, insomma un fulcro naturale per  una pianificazione struttarata di promozione territoriali. Una valorizzazione mediante interventi integrati che prevedano la riqualificazione ed il recupero del tessuto insediativo restituirà al centro storico la sua dimensione di cuore pulsante della vita urbana, rendendolo polo d’attrazione sia per iniziative culturale che per l’insediamento di nuove attività economiche necessarie per combatterne lo spopolamento. E’ necessario, pertanto, ricreare un contesto nel quale la memoria storica e la consapevolezza delle proprie radici coesistano con il presente, con le nuove possibilità di sviluppo e le nuove forme di accoglienza».

Il Comune, in buona sostanza, punta anche sulla collaborazione con le associazioni: «Nel 2020 – ha concluso il primo cittadino – con la preziosa collaborazione di associazioni locali sono state investite risorse finanziarie per la promozione del territorio che hanno portato alla realizzazione di un video promozionale sulle bellezze naturali, architettoniche, paesaggistiche ed archeologiche nostrane, si è provveduto inoltre a finanziare una campagna promozionale a livello regionale sulla miniera di Brecca e altri siti di interesse storico e ambientale. Non di meno si è stabilito un partenariato con il Comune di Villasalto e alcune associazioni del territorio per la valorizzazione della “Via Stibium”, ovvero un programma di promozione intercomunale che abbraccia i territori del Sarrabue Gerrei. Senza chiassosi proclami si sono poste le fondamenta per un processo di valorizzazione e promozione del territorio che vedranno impegnati i diversi attori del territorio, nel breve medio lungo periodo». Isabelle Secci (ilsarrabus.news)

:

Tags: , , ,


About the Author




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑