Si è candidato anche se non ero d'accordo sul fatto che si ripresent..." /> MURAVERA. Massimo Zedda: “Arru si è candidato contro il mio parere” – IlSarrabus.news


Muravera

Published on Febbraio 13th, 2019 | by Redazione

1

MURAVERA. Massimo Zedda: “Arru si è candidato contro il mio parere”

“Luigi Arru? Si è candidato anche se non ero d’accordo sul fatto che si ripresentasse. Non si dovrebbe occupare mai più di Sanità”. Lo ha detto il candidato governatore di centrosinistra, Massimo Zedda, attuale sindaco di Cagliari all’incontro tenutosi questo pomeriggio a Muravera.

 

Ho deciso di candidarmi – ha spiegato Zedda – dopo aver fatto un percorso di crescita come sindaco di Cagliari. Una riforma iniziale da fare è quella della regione perché siamo ancora fermi alla legge 1 del 1977. Siamo bloccati e con difficoltà di sviluppo perché abbiamo leggi basate su un mondo che non esiste più. Dobbiamo distaccarci non solo dai governi precedenti ma da un sistema vecchio”.

Su tecnologia e lavoro Zedda è convinto che “la banda larga, la fibra ottica, telefonare sempre e dappertutto sono caratteristiche che migliorano la vita di cittadini e lavoratori” promuovendo anche la possibilità del telelavoro da casa propria. “E’ importante come e quanto lavori, non dove lavori, si potrebbe lavorare anche in spiaggia”.

Sull’alternanza scuola-lavoro e i tirocini, invece, ha affermato che “bisogna valutare che il tirocinio sia effettivamente formativo e con l’assunzione come finalità, altrimenti è sfruttamento”.

Dobbiamo promuoverci – ha detto il candidato presidente di centrosinistra a proposito di turismo – ma non per i sardi com’è stato fatto fino a ora. Promuoverci sempre e all’estero e, non me ne abbiano gli indipendentisti, metterci il nome Italia perché nel resto del mondo, i viaggiatori scelgono l’Italia: vogliono arte, cultura, storia, tradizioni, musica e solo per ultimo il mare. Noi abbiamo tutto questo”.

Infine Zedda ha toccato il tema della protesta dei pastori: “Puntiamo sulla diversificazione dei prodotti e facciamo rispettare i patti di filiera – ha spiegato – alla Rinascente di Milano il pecorino viene venduto a 38 € al chilo e di questi prezzi devono giovarne tutti, i pastori e gli industriali, non solo questi ultimi. Solo così potremo ripartire”.

Lo spopolamento? – ha aggiunto il candidato del centrosinistra – Non è una questione da affrontare per i numeri ma per permettere a genitori e ai nonni di godersi la presenza di figli e nipoti qui dove sono nati e cresciuti”.

Ma il quesito più sentito nel Sarrabus viene evidenziato da un cittadino, Renato Cacciabue, che interviene: “Lei è un treno per il centrosinistra ma l’hanno caricato di qualche vagone troppo pesante, come la candidatura dell’assessore Arru”. Non si fa attendere l’affondo di Massimo Zedda: “Io sono completamente contrario alla riforma sanitaria di Arru e l’ho sempre detto. Le riforme si fanno guardando negli occhi le persone, non con i numeri altrimenti alla presidenza della Regione ci mettiamo una calcolatrice. Gli avevo chiesto di fare un passo indietro, ci siamo detti che ne avremo riparlato ma ha lo stesso depositato la sua candidatura. Vedremo a livello di amicizia e di saluti come andrà avanti questa situazione, sappiate che non risponde neanche al telefono. Io credo che lui difficilmente verrà eletto, se lo sarà non finirà mai in commissione sanità. Io credo proprio che lui di sanità non se ne debba occupare mai più”.

Sara L. Canu

(ilsarrabus.news)

:

Tags: , , ,


About the Author




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑