Villasimius

Published on Febbraio 1st, 2019 | by Redazione

0

VILLASIMIUS, Borse di studio percepite illecitamente, due furbetti nei guai

Due persone residenti a Villasimius sono state smascherate dalle Fiamme Gialle di Muravera perchè beneficiavano di borse di studio universitarie dell’Ersu, senza averne alcun diritto.

 

In entrambi i casi l’azione dei Finanzieri è stata orientata al riscontro della sussistenza dei requisiti per l’accesso alle prestazioni sociali agevolate in materia di contributi allo studio erogati dall’Ente Universitario, verificando la corrispondenza tra quanto dichiarato con autocertificazione del reddito e quanto censito dalle banche dati in uso al Corpo.

Le attività ispettive hanno permesso di accertare che i due “furbetti”, versavano in una situazione economica per la quale non erano previste le concessioni delle prestazioni sociali usufruite, poiché rientravano in una posizione reddituale ben al di sopra dei limiti previsti. Al primo che ha beneficiato di una borsa di studio di 1.648 euro, è stata irrogata una sanzione amministrativa fino ad un massimo di  9.944 euro, mentre, nel secondo caso, il beneficiario di un contributo dell’importo di 3.297 è stato sanzionato amministrativamente fino ad un massimo di 14.891 euro.

Entrambi sono stati segnalati all’Ersu, ora dovranno restituire quanto beneficato indebitamente.

E’ stato inoltre denunciato il sottoscrittore della Dichiarazione Sostitutiva Unica utilizzata per l’ottenimento dei benefici di uno dei due studenti, poiché dai riscontri d’ufficio effettuati ne è emersa la sostanziale falsità, avendo omesso l’interessato di dichiarare diverse componenti patrimoniali e reddituali di rilevante ammontare con l’evidente fine di comprimere l’indicatore ISEE e agevolare l’ottenimento (indebito) del contributo.

(ilsarrabus.news)

:
Condividi sui social e seguici:

Tags: , , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑