San Priamo

Published on Febbraio 22nd, 2019 | by Redazione

2

SAN PRIAMO, La rabbia degli abitanti di Piddia: “Strade impraticabili, siamo prigionieri”

Continuano i disagi per gli abitanti di Piddia una frazione del comune di San Vito che si raggiunge attraverso la strada provinciale 20 nella località Maistru Andria, non lontano dal villaggio di San Priamo.

 

Ormai siamo prigionieri da mesi, dall’ultima alluvione che ci ha colpito nell’ottobre scorso – dice L.P. residente da ormai diversi anni nella zona – le strade sono ancora ricoperte di fango secco, e come se non bastasse si è aperta una grande voragine all’ingresso e ogni volta che ci passiamo vicini in auto proviamo davvero paura, ma cosa aspettano ad aggiustarla? Eppure le tasse le paghiamo come tutti.”

Sono passati quasi cinque mesi da quell’allerta meteo che mise in guardia le famiglie del Sud Sardegna da quella pioggia incessante che ha creato gravi danni sulle strade e sui ponti con allagamenti e frane che hanno costretto molti a restare senza luce e senza possibilità di raggiungere i propri cari per diversi giorni. Un temporale che si era abbattuto tra San Vito, Muravera fino San Priamo e Castiadas danneggiando anche alcune abitazioni. Anche a Feraxi la situazione è stata tragica fin da subito a causa delle strade invase dall’acqua per via dei canali che si sono aperti cancellando quel poco di asfalto praticabile.

Un pastore che frequenta la zona di Piddia con il suo gregge manifesta tutte le sue difficoltà: “Ormai devo seguire le pecore con attenzione perché sui lati delle strade ci sono molti cavi della corrente a penzoloni che sono davvero pericolosi, abbiamo segnalato più volte il problema ma sembra che a nessuno interessi.”

Basta fare un giro nella zona per notare il degrado e l’abbandono in cui versa la strada. Non vi sono soltanto cavi e pali della corrente precari, ma la strada a tratti è invasa dal verde e basta guardare attentamente per notare che ci sono alberi inclinati proprio verso la via che stanno per cadere da un momento all’altro, piante che mettono a rischio la visuale degli automobilisti e grandi fossi che mettono a dura prova il rientro alle proprie case per gli abitanti della zona e per i braccianti che lavorano negli aranceti vicini.

Fabrizio Raccis

(ilsarrabus.news)

:


About the Author




2 Responses to SAN PRIAMO, La rabbia degli abitanti di Piddia: “Strade impraticabili, siamo prigionieri”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑