Muravera

Published on Marzo 26th, 2019 | by Redazione

0

MURAVERA, Caso Tiliguerta, cinque indagati per lottizzazione abusiva e abuso d’ufficio

Sono cinque le persone iscritte nel registro degli indagati con l’accusa di lottizzazione abusiva, abusi edilizi e abuso d’ufficio nella vicenda che ha portato al sequestro di parte del villaggio camping Tiliguerta a Costa Rei (Muravera).

 

Si tratta dei proprietari dell’area (Peppino e Laura Deiana), dei titolari della società Spiaggia d’oro, il funzionario comunale Paolo Alterio e quelli regionali Giovanni Serra e Antonio Vanali (dell’ufficio Tutela del paesaggio).

Vanali e Serra sono accusati di abuso d’ufficio: il pm Andrea Vacca ha contestato loro di aver dato l’ok per la conformità delle casupole sequestrate ieri dai Carabinieri del  Nucleo di Tutela Ambientale,  senza il preventivo benestare paesaggistico.

Lo riporta il sito web del quotidiano L’Unione Sarda.

I Carabinieri del Nucleo TPC di Cagliari, nel corso delle verifiche ai cantieri edili ricadenti in aree che, per le loro caratteristiche bellezze naturali, sono state dichiarate di notevole interesse pubblico dal Ministero per i beni e le attività culturali, hanno individuato, l’installazione abusiva di case mobili posizionate tra il limite dei 150 metri dalla linea di battigia (fascia demaniale inedificabile/inalienabile, ora aggiornata a 300 mt con la Legge Regionale della Regione Autonoma della Sardegna n. 10/1976) e la recinzione del campeggio e 10 nella zona limitrofa al confine con la Strada Provinciale 97.

(ilsarrabus.news)

:


About the Author




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑