Uncategorized

Published on Luglio 5th, 2018 | by Redazione

0

LA LETTERA. “Che sarebbe successo al ragazzo vittima dell’incidente di ieri notte senza il San Marcellino?”

Gentile redazione, riflettevo sull’incidente stradale accaduto la notte scorsa a Muravera e nel quale è rimasto gravemente ferito un bambino di 12 anni.

 

Due gli aspetti che voglio affrontare: il primo riguarda la pericolosità della via Sardegna, un problema portato all’attenzione di chi di dovere da parecchi anni. La strada è poco illuminata di notte e invita alla velocità. Tant’è vero che è stata dotata di dissuasori messi però nel posto sbagliato. Perchè non posizionarli là dove si possono creare maggiori pericoli per i pedoni in mdo tale che le auto siano costrette a mantenere un’andatura moderata?

Il secondo aspetto riguarda i soccorsi al giovane ferito. Per fortuna che esiste ancora l’ospedale San Marcellino dove il ragazzo è stato stabilizzato e da dove, in un momento successivo, è stato portato a Cagliari. Che sarebbe successo se il presidio non fosse stato attivo? Qualcuno dalla risposta facile direbbe: “Ma tanto c’è l’elisoccorso”. E’ vero. Il servizio è attivo da pochissimo, ma l’elicottero deve arrivare da Olbia e i tempi di volo non sono di certo brevi. E dove dovrebbe atterrare questo benedetto elicottero di notte e senza spazi dove porterlo fare rispettando le condizioni di sicurezza?

Pensiamo a tutte queste cose quando sottovalutiamo l’importanza di difendere il nostro ospedale o ce ne freghiamo della sicurezza stradale.

Un lettore – Muravera

(ilsarrabus.news)

:

Tags: , , , , ,


About the Author




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑