Uncategorized

Published on Maggio 5th, 2018 | by Redazione

0

IL LIBRO. Codex Iesus, una ricerca storica sulla figura di Gesù Cristo

La ricerca della “verità storica” intorno alla persona “reale” di Gesù Cristo, cioè non immersa esclusivamente nella narrazione evangelica, entrata nel sapere comune ormai da millenni, è l’indagine, da loro definita “ipotesi di lavoro”, degli studiosi Alessio De Angelis e Alessandro De Angelis.

 

Risultato di anni di studi e di ricerche racchiusi parzialmente nel volume primo del libro edito da “Altera Veritas”, intitolato “Codex Jesus”, del quale è già in bozza il secondo volume.

Nella prefazione un’attenta ed umile esortazione al lettore a liberarsi, nei limiti di una soggettività personale, dei preconcetti sulle arcaiche, ma insufficienti a colmare i vuoti strutturali narrativi a livello puramente storico conoscitivo, credenze di natura religiosa, ponendolo serenamente di fronte ad una raccolta di dati rigorosamente documentati da fonti anche esterne alla teologia cristiana, contemporanee alla stesura dei Vangeli canonici, come ad esempio le opere di Giuseppe Flavio, sacerdote ebreo vissuto nel I’ secolo d. c., “Antichità Giudaiche” e “Guerra Giudaica”, che sembrerebbero parlare di Cristo, e come alcuni scritti di Svetonio, Tertulliano e molti altri.

Da evidenziare la stretta collaborazione con lo studioso Andrea Di Lenardo e il Dottore in medicina A. Ventola, che teorizza verosimilmente la possibilità di una non morte in croce di Gesù, attraverso studi scientifici basati sulle informazioni forniteci dai Vangeli ufficiali in merito alla vicenda della crocifissione, morte e resurrezione cristiane.

Parallelamente ai riferimenti agli studi più recenti, come ad esempio quelli di P. Meyer e R. Eisenmann, c’è stata una continua comparazione con numerosissimi testi antichi quali il Talmud babilonese, diversi Vangeli apocrifi, il Talmud palestinese, per citarne qualcuno.

Gli autori hanno tentato, partendo dai sacri Vangeli e la Bibbia, di intessere la controversa e semisconosciuta ai più, trama genealogica di Gesù Cristo, seguendo un filo conduttore capace di ricostruire oggettivamente gli eventi raccontati dagli evangelisti in versione mistico religiosa, con un approccio più criticamente storico, ricavato da tutte le altre interpretazioni disponibili. Tale materiale sovente è stato oggetto di manipolazione nel tempo comportando un difficilissimo compito nell’estrapolare verità critiche, potenzialmente spurie dalle ingerenze dottrinali che inevitabilmente costituiscono ostacolo alla conoscenza in mancanza di una “verifica scientifica”.

Molto significativo è il ritrovamento della “Tomba di Talpiot”, scoperta nel 1980 a Talpiot est, a cinque chilometri da Gerusalemme, nella quale secondo diversi archeologi e studiosi sarebbero sepolti molti componenti della famiglia di Cristo, nonché lui stesso.

Indubbiamente nato da un enorme, sebbene piacevole ma anche faticoso lavoro certosino, vuoi solo per la mole di traduzioni di innumerevoli testi in lingua morta, Codex Jesus mette il lettore nella condizione di analizzare le tesi proposte, al fine non di screditare un dogma che è parte ancestrale di una delle più grandi comunità di fedeli di tutti i tempi, ma di inoltrarsi liberamente nell’acquisizione di nozioni nuove, elaborate nel modo più veritiero possibile, sulla quanto mai attuale, figura più accreditata che la storia dell’umanità intera possa vantare di aver eletto a simbolo di spiritualità e fede indiscussa.

Senza ostentazione né presunzione della certezza matematica, vuole sicuramente offrire molteplici spunti di riflessione su quesiti da sempre latenti in chi ha la curiosità di approfondire le proprie conoscenze su una materia così disparata ed altrettanto interessante come possono rivelarsi la nascita, la vita, le opere, la morte ed il lascito del rappresentante della cristianità nel mondo.

Lorena Ghironi

(ilsarrabus.news)

:

Tags: , ,


About the Author




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑