San Vito

Published on Luglio 17th, 2020 | by Redazione

0

CALCIO, Il San Vito riconferma i vertici societari e cerca un mister

Il San Vito prepara la prossima stagione e riconferma i vertici societari e la rosa di calciatori dello scorso anno con l’obiettivo dichiarato di non farsi sfuggire, nel prossimo campionato, la promozione in Prima Categoria. Al vertice della società biancoceleste è stato confermato Pietro Vaccargiu, il vicepresidente è Luigi Pilia. Le novità sono costituite da Michele Mattana (cassiere), Franco Murgia (nuovo responsabile del settore giovanile che sarà coadiuvato da Franco Casula.

 

Nei prossimi giorni ci sarà una decisione anche sulla guida tecnica della prima squadra. Fra le ipotesi più accreditate quella riconferma di Angelo Padiglia, nel passato torneo subentrato a campionato in corso, che conosce benissimo squadra e ambiente. Un’ipotesi sul quale il diretto interessato sta riflettendo: «Sto valutando questa possibilità – ha spiegato – nei prossimi giorni prenderò una decisione in merito».

Quanto alla squadra, si va verso una riconferma della rosa di giocatori sarrabesi. Servono quattro o cinque rinforzi per rendere competitiva la rosa. La società chiederà la riconferma anche dei due calciatori in prestito dal Castiadas e dal Muravera. Trattative sono in corso col bomber Nicola Vacca e con Tavolacci, già in forza lo scorso anno, che, insieme ad altri rinforzi potrebbero essere l’asso nella manica della nuova compagine biancoceleste che aspira da tempo a lasciare l’inferno della Seconda Categoria per approdare a lidi più confacenti al paese.

Le incognite, tanto per cambiare, sono legate al campo di gioco le cui condizioni sono decisamente precarie sia per il manto erboso, a detta di tutti degno di un «campo di patate», sia per le condizioni di spalti e spogliatoi che avrebbero bisogno di interventi urgenti per renderli all’altezza di una piazza importante come San Vito.

Da tempo la società fa pressioni sul Comune affinchè metta mano all’impianto ma finora nulla è cambiato: mancano i fondi per dei lavori che sono diventati ormai improcrastinabili, non solo in vista del prossimo campionato e dell’attività del movimento calcistico sanvitese ma anche per far si che, nel caso arrivi quella benedetta e tanto attesa promozione a campionati più consoni ad una cittadina di quattromila abitanti, ci si possa presentare ai nastri di partenza con un campo degno di questo nome e non rischiare di disputare altrove le partite. Si riuscirà in quest’impresa? Staremo a vedere.

(ilsarrabus.news)

:

Tags:


About the Author




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑