Villaputzu

Published on 20 Marzo, 2019 | by Redazione

0

VILLAPUTZU, Via libera al piano di valorizzazione e recupero delle terre gravate da uso civico

E’ stato approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale, il Piano di valorizzazione e recupero delle terre gravate da uso civico. Il Comune di Villaputzu, a seguito di un finanziamento ottenuto dalla Regione Sardegna per l’elaborazione del Piano, ha ultimato e approvato, con l’ausilio di tecnici incaricati, la redazione di questo importantissimo strumento di pianificazione. Il nuovo ed atteso documento è stato discusso e analizzato nei giorni scorsi dall’apposita Commissione Consiliare, prima di approdare in Consiglio per la votazione.

 

Il Piano era atteso da molti cittadini e operatori di diversi settori, da quello agricolo, dagli allevatori, passando per gli operatori turistici. Successivamente al piano è prevista l’approvazione del nuovo regolamento degli usi civici quale strumento di reale, concreta e fattiva applicazione del piano stesso.

Nel piano e nel nuovo futuro regolamento è previsto che alcune terre civiche potranno essere assegnate a destinazioni diverse da quelle tradizionali, qualora ciò sia funzionale agli interessi generali della comunità villaputzese ed avvenga nel rispetto delle esigenze di tutela e salvaguardia ambientale. Sempre nel Piano e successivamente nel regolamento viene disciplinato l’esercizio dell’uso civico in forme tradizionali e non tradizionali. Sono usi tradizionali: il pascolo, inteso come possibilità di introdurre nelle terre civiche gli animali che utilizzano direttamente le produzioni foraggere spontanee, il ghiandatico, il legnatico, inteso come possibilità di raccogliere e utilizzare la legna dei boschi comunali e l’esercizio di coltivazioni agricole.

Sono previste inoltre forme non tradizionali di uso civico quali: attività e servizi svolti da imprese nel settore turistico‐ricreativo (ristorazione, ricezione, ospitalità, servizi al turista) con particolare riguardo al turismo rurale, l’escursionismo in senso lato, tra cui quello naturalistico, ambientale, scientifico‐culturale, etnografico, archeologico, speleologico, ecc.; attività sportive all’aria aperta, equitazione, avioturismo, trekking, cicloturismo, ecc. Diverse criticità sugli usi civici si sono riscontrate nella zona di Castiadas in terreni di proprietà del Comune di Villaputzu gravati da uso civico. Due terzi delle terre civiche di Villaputzu ricadono in comune di Castiadas, ben 659 ettari di proprietà del Comune di Villaputzu ricadono infatti nel territorio del Comune di Castiadas, mentre l’80% delle terre civiche ubicate nel territorio di Villaputzu sono concentrate in località “Pardu Gelea”.

Nelle terre civiche di proprietà del Comune di Villaputzu come Maloccu a Castiadas sono stati previsti diversi interventi in base all’analisi effettuata dall’ente sui singoli casi specifici. In alcuni casi sarà previsto lo spostamento dell’uso civico in altre zone comunali per poter risolvere alcune problematiche di diversi cittadini che si trascinano da tantissimi anni. In altri casi si procederà con la sclassificazione o con la valorizzazione attraverso l’esercizio non tradizionale dell’uso civico prevedendo attività legate all’agricoltura e al turismo rurale come per esempio per le aree della ex Fulvio Sanna.

Il Piano ci ha permesso di raggiungere un traguardo politico importante in quanto ci consente di conoscere e governare le terre civiche di Villaputzu – ha spiegato il sindaco Sandro Porcu –  Attraverso il Piano e il successivo Regolamento, l’Amministrazione Comunale potrà recuperare e valorizzare le terre civiche presenti nel nostro territorio e, al contempo, intervenire per risolvere i casi critici legati alla compromissione dell’uso civico verificatasi negli anni, dando risposte concrete ai cittadini interessati da tali situazioni. L’obiettivo finale sarà, in tutti i casi, quello di valorizzare e preservare l’uso civico, che rappresenta una risorsa e un beneficio per la collettività villaputzese, superando il vecchio modo di concepire l’uso civico come un vincolo piuttosto che come un’opportunità”.

(ilsarrabus.news)

:
Condividi sui social e seguici:
error

Tags: ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑