Alle porte dell’autunno è tempo di fare un bilancio sull’andamento degli ..." /> VILLAPUTZU, E’ record di eventi, un’estate ricca di spettacoli e sagre come non mai – IlSarrabus.news

Villaputzu

Published on Settembre 12th, 2017 | by adminalex

0

VILLAPUTZU, E’ record di eventi, un’estate ricca di spettacoli e sagre come non mai

Alle porte dell’autunno è tempo di fare un bilancio sull’andamento degli eventi estivi. Spesso, per modestia, comodità, pigrizia, gli stessi abitanti di un paese, specie se piccolo, liquidano il posto in cui vivono con un risoluto “Non c’è mai niente”. Ma è davvero così? A giudicare dal cartellone degli eventi estivi di Villaputzu non si direbbe proprio.

Quasi tutte le serate d’agosto sono state impegnate nella realizzazione di eventi organizzate dalle diverse associazioni villaputzesi: Bidde Putzi Giovani, Pro loco, Sa Tiria, Launeddas di Villaputzu che da anni portano avanti spettacoli a contatto con musiche e tradizioni. Mese di agosto cominciate in nome dello sport, col torneo di basket, appuntamento fisso delle prime serate d’agosto in piazza Leonardo da Vinci, e con l’orienteering , la disciplina sportiva basata sull’orientamento che coinvolge tutti, grandi e piccoli, intere famiglie, singoli e gruppi di amici. Fine mese invece dedicato alla moda e alla bellezza con il concorso di bellezza di Miss e Mister Belli d’Italia organizzato dalla Style Model Agency di Gianmario Anedda, conduttore della serata.

Il settore gastronomico è ormai cavallo di battaglia di Bidde Putzi giovani che, dopo aver ereditato la preparazione delle sagre dal comitato di Santa Vittoria, ormai da diversi anni riempie la piazza Marconi di persone attirate dai profumi delle pietanze a cui sono dedicate le sagre. Il 5 agosto c’è stata la Sagra dei malloreddus, il 13 la sagra della Panada e della carne di pecora. Data conclusiva della triade di sagre iniziata a luglio con la sagra della pasta fatta in casa. Sempre numerose le persone che accorrono per cenare sotto le stelle. Turisti ma anche residenti che non si lasciano scoraggiare nemmeno dalla lunga fila per il ticket (spesso della durata anche di 40 minuti) pur di partecipare a una cena tradizionale.

La grande musica e tradizione arrivano invece dall’associazione Launeddas di Villaputzu che ha celebrato l’edizione numero dieci del Festival delle Launeddas, destinato a diventare l’evento musicale di punta del paese: oltre ai suonatori di Villaputzu a fare da padroni di casa, non mancano i gruppi folk da diverse parti della Sardegna (quest’anno, tra gli altri, Scruzzonis di Siurgus Donigala, Tumbarinos di Gavoi, Sonus de Ogliastra) e gli ospiti internazionali: quest’anno presenti i Volkstanzmusik Frommern dalla Germania e il gruppo Ballet Folklorico Hueheucoyoti dal Messico. La serata musicale è stata presentata dalla cantante Sandra Ligas e tra i momenti più particolari c’è stata la fusione tra la breakdance di Fabio Medda e le launeddas di Gianfranco Mascia, accompagnati dal cajon di Matteo Pisanu.

Diverse centinaia di persone accorse in piazza e, ancora prima, lungo la via Nazionale, per l’occasione chiusa al traffico, per assistere alla gran parata di apertura del festival che ha visto sfilare i gruppi folk presenti. Oltre a essere un viaggio musicale, quello del festival è stato anche un viaggio gastronomico grazie alla prima edizione del Sardinian Street Food dove tutti i ristoratori di Villaputzu hanno cucinato all’aperto e permesso così ai numerosi spettatori di cenare all’aperto con i piatti preparati sotto i loro occhi.  Un connubio che ha deliziato udito e gusto dei presenti accorsi e che sembra destinato a ripetersi per il prossimo anno.

La più giovane delle associazioni culturali è Sa Tiria che già da qualche anno si è fatta conoscere al pubblico con un importante evento estivo: “Villaputzu ospita la Sardegna” un modo per conoscere meglio gli abiti tradizionali di diversi paesi della Sardegna raccontati con attenzione dal presentatore Emanuele Garau. Negli anni passati la serata si teneva nella piazza Leonardo da Vinci, quest’anno invece a fare da scenario alla sfilata degli abiti è stata la scalinata di piazza Marconi.

Dal 14 al 18 agosto l’attenzione si è spostata verso Porto Corallo, cornice naturale della Festa del Mare, grazie all’organizzazione della Pro loco. Cinque giorni di festa, stand di artigiani, spettacoli e un fiume di persone che passeggiava nel lungomare trasformato in una grande passeggiata. Il tributo dei Radio Queen al celeberrimo gruppo di Freddie Mercury, il latino americano con i New Movida, il tributo ad Adriano Celentano con Antonio Correa, la rassegna Rock con i gruppi locali e il folk degli Etnias hanno animato le serate. La giornata più ricca e suggestiva è stata quella del 16 agosto, cominciata con la celebrazione religiosa dedicata alla Madonna del Mare, con la processione in barca e con la Santa Messa a chiudere. Poco prima dell’inizio degli spettacoli, pubblico col naso all’insù per godere delle luci dei fuochi d’artificio. E spettacolo anche per il palato con le degustazioni agroalimentari che si sono tenute ogni sera negli stand della Pro loco.

Sempre per mano della Pro loco ogni mercoledì d’agosto è stato riempito con le Pratzas in festa, l’apertura al pubblico delle case antiche di Villaputzu e con i riti de “Sa coia sarrabesa”, il matrimonio sarrabese come si celebrava un tempo. Un agosto ricco di eventi quello che si è appena concluso dimostrando che l’associazionismo culturale villaputzese sia più vivo che mai.

Sara L. Canu

(ilsarrabus.news)

:

Tags: ,


About the Author




Comments are closed.

Back to Top ↑