Il limite dell'Unione dei Comuni del Sarrabus sta nell'impossibilitÃ..." /> SARRABUS, La denuncia del neo-presidente Falchi: Troppe carenze in organico – IlSarrabus.news


Sarrabus

Published on Febbraio 15th, 2019 | by Redazione

0

SARRABUS, La denuncia del neo-presidente Falchi: Troppe carenze in organico

Il limite dell’Unione dei Comuni del Sarrabus sta nell’impossibilità di assumere ed avere una pianta organica  indipendente dai singoli comuni ne condiziona fortemente il funzionamento. Lo dice Marco Falchi, sindaco di Muravera e presidente di turno dell’Unione dei Comuni dall’inizio di quest’anno.

 

«Non mi sogno di fare proclami per quest’anno di mandato – spiega Falchi – anche noi sindaci che ricopriamo a turno il ruolo di presidente, in dodici mesi di attività non possiamo fare miracoli. Sarebbe auspicabile il coinvolgimento anche di assessori e consiglieri per creare dei gruppi di lavoro e permettere un miglioramento dell’ente.Servirebbe un presidente con un mandato più lungo: un anno è appena sufficiente per capire come funzionano le cose, poi si deve cedere il testimone».

Sul fronte personale una novità positiva però c’è: «Stiamo espletando un concorso per tre assistenti sociali, due psicologi e due figure amministrative che serviranno per sostenere la complessa macchina socioassistenziale che passerà completamente sulle “spalle” dell’Unione. Un meccanismo che dovrà supportare le procedure per il reddito di cittadinanza in collaborazione con i centri per l’impiego».

Il futuro delle Unioni dei Comuni è quantomai incerto, specie dopo che le Province torneranno ad essere pienamente operative, una volta espletate le elezioni degli organi di governo, previste ad aprile: «La sfida è riuscire ad associare le funzioni essenziali dei comuni – dice il primo cittadino di Muravera – con la protezione civile lo stuamo facendo, così come con il Plus. Sarebbero elementi importanti di stabilità. Vedremo anche di risolvere il problema della Polizia Locale, per il quale ci siamo presi un attimo di riflessione per capire come rendere più efficiente il servizio, attualmente gestito dall’Unione, senza penalizzare i singoli comuni. Insomma, dobbiamo trovare un equilibrio. Il problema è sempre quello: il personale che manca. Non va rotto quel poco che si è riusciti a conquistare in questi anni di lavoro dell’Unione. Il futuro? Sono convinto che Muravera, Villaputzu e San Vito che sono di fatto un’unica comunità, prima o poi si trasformeranno in un comune unico».

(ilsarrabus.news)

:


About the Author




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑