Appuntamenti

Published on Giugno 17th, 2022 | by Redazione

0

APPUNTAMENTI, Dal 3 luglio tornano ad accendersi i riflettori sul Festival Marina di Villasimius

Tornano ad accendersi i riflettori sul Festival Marina di Villasimius, che quest’anno festeggia la sua IV edizione raddoppiando gli appuntamenti. Saranno undici infatti le serate in cartellone, a partire dal 3 di luglio e sino al 19 agosto, a cadenza settimanale, che proporranno al pubblico, nell’incantevole cornice della Piazzetta del Porto, incontri con alcuni dei protagonisti del panorama culturale nazionale. Inserito nell’attività culturale che il Gruppo Marinedi propone nella sua rete di porti turistici, con il proposito di coniugare nautica e valorizzazione dei territori attraverso un progetto culturale variegato e di alto profilo, il Festival Marina di Villasimius, con la direzione artistica di Ornella Bramani e il Patrocinio e il sostegno del Comune di Villasimius, punta sulla varietà dei linguaggi letterari della contemporaneità.
Le serate, presentate da Virginia Saba, saranno ad ingresso libero, sino ad esaurimento dei posti disponibili, con inizio alle 21.30.   
Questo il programma dell’edizione 2022:
Domenica 3 luglio: Lucilla Giagnoni, attrice, sceneggiatrice e autrice televisiva, presenta il monologo: “Donne. Racconti di piccole donne scritti da grandi donne”. Un reading-spettacolo di e con Lucilla Giagnoni, accompagnato dalle musiche di Paolo Pizzimenti, che offre uno sguardo che ci arriva da lontano. Tre grandissime scrittrici d’oltre oceano, una brasiliana, una cilena, una messicana. Vengono dal “nuovo mondo” e ce ne raccontano uno antichissimo. Nuove Shaharazade hanno il potere di aprire l’incantesimo del mondo, di percorrerne i labirinti, ci guidano per mano e ci fanno osare nella strada degli errori. Regine di tutte le narratrici, vecchie streghe o sagge nutrici, fate o cicogne. Tessono fili segreti della vita, dilatano il tempo, allargano lo spazio, allontanano la morte. “Sono tempi in cui abbiamo bisogno di profondità e leggerezza insieme. Di avere sempre pronto un sorriso sulla vita, comunque vada, e una parola di buon senso nei conflitti. Che soddisfazione dunque nel leggere questi profondi, commoventi e ironici racconti di tre grandissime scrittrici sudamericane: Isabelle Allende, Clarice Lispector e Angeles Mastretta. Riescono sempre a farci trovare la via di uscita dal buio della negatività e farci vedere quanto infinitamente belli siano uomini e donne, e quanto sia prezioso il loro stare insieme.” (Lucilla Giagnoni).
Domenica 10 luglio: Maria Pilar Pérez Aspa, intreccia il racconto storico e aneddotico della nascita dei cocktail, con il suo spettacolo “Un ultimo giro”, al termine del quale il pubblico potrà cimentarsi nella preparazione di un drink. Nata a Zaragoza, Maria Pilar Pérez Aspa, si trasferisce in Italia nel 1992 dopo aver ottenuto una laurea breve in Filologia Ispanica ed essersi diplomata alla Escuela de Teatro del Excmo. Aytmo de Zaragoza. Nel 1996 si diploma alla Scuola D’Arte drammatica Paolo Grassi di Milano. Lo stesso anno fonda assieme a Serena Sinigaglia l’ATIR, compagnia internazionalmente riconosciuta con cui farà spettacoli come: Romeo e Giulietta, Le Baccanti, Where is the Wonderful life, Come un cammello in una grondaia, Il Che, Le Troiane, Rosa la rossa, Donne in parlamento, Buona notte Desdemona, Il Duende, La fiaccola sotto il moggio, Federico, Ribellioni Possibili.
Venerdì 15 luglio: Giacomo Mameli, giornalista e scrittore, presenta il suo nuovo romanzo “Hotel Nord America” (Il Maestrale edizioni), che racconta una vicenda femminile senz’altro poco nota, inserita nel contesto sociale sardo a partire dalla fine degli anni Trenta. L’autore è nato nel 1941 a Perdasdefogu, in provincia di Nuoro, località in cui si ambienta la storia.
Venerdì 22 luglio: Paolo Faroni, presenta lo spettacolo “Un’ora di niente” monologo comico sul conflitto tra natura e spirito, tra eccezionalità e quotidianità, tra bisogni e sogni e di come tutti questi conflitti trovino nell’amore il loro campo di battaglia. L’amore come l’atto creativo e gratuito per eccellenza, l’amore che ispira la poesia e che domina su tutto e allo stesso tempo su niente. L’unica vera rivoluzione, come scrisse Majakovskij, che pure aveva cantato ben altra rivoluzione: “L’amore è il cuore di tutte le cose. Se cessa di funzionare tutto si atrofizza, diventa superfluo, inutile”.  
Venerdì 29 luglio: Giovanni Scipioni presenta il libro “Nanni Moretti. Immagini e speranze di una generazione” (Ed. Falsopiano) in cui si svela l’Ego (e non solo) di Nanni Moretti, attraverso i suoi tredici film per raccontarsi e raccontare le gioie e i dolori di una generazione. Dal 1976 a oggi, da “Io sono un autarchico” a “Tre piani”, un girotondo d’immagini variopinte, di studenti che non studiano, di professori che non insegnano, di preti in crisi, di psicanalisti in crisi d’identità, di giudici in difficoltà, di assassini a fin di bene. Senza dimenticare l’ansia di un Papa appena eletto che non vuole essere Papa, la minaccia culturale e politica di Berlusconi e la sconfitta del dirigente comunista. Nanni Moretti ha raccontato se stesso attraverso le cose che lo riguardano, dalla pallanuoto al calcio, dalla passione politica alla torta Sacher. Ha fatto del suo egoismo, del suo io, un fertile cammino alla scoperta degli altri.ci mostrerà l’ego (e non solo) di un grande regista attraverso i suoi tredici film per raccontarsi e raccontare le gioie e i dolori di una generazione.
Domenica 31 luglio: Massimo Popolizio interpreta: “Pasolini. Una storia romana”. Nel suo reading Popolizio, uno dei protagonisti della scena teatrale e cinematografica italiana, è accompagnato dal violoncello di Giovanna Famulari, musicista eclettica che vanta numerose collaborazioni in progetti teatrali, insieme trascinano il pubblico in un viaggio che, dal ritrovamento del cadavere all’idroscalo di Ostia, risale ai primi anni romani di Pasolini, passando per il romanzo (Ragazzi di vita, Una vita violenta) e la poesia (Alì dagli occhi azzurri, La religione del mio tempo). Un omaggio nel centenario della nascita ad un grande autore e intellettuale.
Sabato 6 agosto: Michela Marzano, scrittrice, filosofa, editorialista de “la Repubblica” e de “La Stampa”, presenta il suo ultimo romanzo “Stirpe e Vergogna” (Rizzoli). L’autrice intreccia il passato familiare alle pagine più controverse della storia del nostro Paese. Inseguendo il filo teso attraverso le vicende della sua famiglia, tra il nonno Arturo e il nipotino Jacopo, l’autrice ridisegna il percorso che l’ha resa la donna che è oggi, costellato di dubbi e riflessioni: il rapporto complicato con la maternità, il legame tra sangue, eredità e memoria, e quel passato con cui l’Italia non ha mai fatto davvero i conti. Il risultato è uno spietato autoritratto che va molto al di là del dato personale, in questo Paese di poeti, di eroi, di santi e (così pare, ad ascoltarne i nipoti) di milioni di nonni partigiani, mettendo in luce la rimozione collettiva dell’humus fascista in cui affondano le radici di molti alberi genealogici. Tra romanzo e memoir, un libro dalla voce schietta e incalzante, che pur sospendendo il giudizio non smette di interrogarci e di invitarci a coltivare la memoria, perché “solo così si può sperare che certe cose non accadano più”.
Mercoledì 10 agosto: Chiara Gamberale presenta il suo ultimo romanzo “Il grembo paterno” (Feltrinelli). Mentre nessuno dei personaggi indimenticabili di questo romanzo riesce a tenere stretto quello che è convinto di desiderare, l’intrinseca violenza delle relazioni si mescola alla loro intrinseca dolcezza. E una televisione sempre accesa si prende gioco dello sforzo di tutto di credere alla proprio esistenza. Chiara Gamberale, per scrivere il suo romanzo più ispirato, scende all’origine delle nostre domande sull’amore, in quella terra scoscesa dove abbiamo cominciato a essere la persona che siamo. Interrogandosi su «Dov’è che impariamo ad amare? Com’è che ci s’ammala dentro, com’è che si guarisce?».
Venerdì 12 agosto: Mariasole Bianco,  biologa marina e divulgatrice scientifica con una profonda passione per il mare e per la sua tutela, presenta il suo libro “Pianeta Oceano” (Rizzoli) dove descrive con grandi capacità divulgative le meraviglie dell’oceano, le problematiche che lo affliggono e le soluzioni che si possono adottare per salvaguardarlo, dimostrando che la nostra vita dipende dal mare e il futuro del mare dipende da noi, perché siamo arrivati a un punto critico, ma c’è ancora speranza: una soluzione è possibile, se ciascuno farà la sua parte.
Domenica 14 agosto: serata musicale con il Trio XELA composto da: Alex Gasp (chitarra e voce), Fiamma Cardani (batteria e cajon) e Luciano Santoro (basso). La band nasce nel 2009, esordendo sul palco di MTV nel programma TRL invitati per l’uscita del loro videoclip “Venere di cenere”. Il secondo singolo è “Baciami”, che esce in concomitanza con l’intero album “Venere di cenere”. La trasformazione avviene negli anni seguenti.. L’approccio alle cover avviene sempre in modo molto originale, arrangiando grandi hit pop e rock in chiave acustica. La band continua a suonare insieme portando avanti anche progetti personali. Alex dirige nel 2011 l’orchestra di Sanremo, firma un contratto discografico con l’etichetta Bravo Montecarlo e si esibisce in Russia proponendo brani inediti.. Fiamma suona in vari tour con Carmen Consoli, Matia Bazar, Emis Killa. Luciano entra nella band dei Sonohra, esibendosi in tutta Italia compresa la prestigiosa Arena di Verona.. nonostante i tanti impegni musicali i tre non smettono mai di suonare insieme divertendosi ad arrangiare i brani interpretandoli a loro modo.
Venerdì 19 agosto: Roberta Bruzzone, criminologa investigativa e psicologa forense, presenta: “Versace. Autopsia di un delitto impossibile” (Rai libri). Nel libro, a venticinque anni di distanza dai fatti, Roberta Bruzzone ricostruisce le tappe fondamentali del delitto Versace, una storia torbida e intricata, ipotizzando piste alternative e raccontando ai suoi lettori quella che si può a tutti gli effetti definire “un’indagine imperfetta”. (ilsarrabus.news)

:

Tags: ,


About the Author




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑