Muravera

Published on giugno 14th, 2018 | by Redazione

0

MURAVERA, Manca il comitato, a rischio i festeggiamenti civili per Sant’Agostino

Nessun festeggiamento civile per Sant’Agostino, “sa festa manna” dei muraveresi che si celebra a fine agosto.

 

Sembra impossibile ma è proprio così. Per il momento nessuno si è fatto avanti per l’organizzazione e, visti i tempi ormai ristretti, si profila la possibilità di un Sant’Agostino in tono minore, non certo da un punto di vista liturgico e religioso ma squisitamente “civile” e festaiolo.

Qual’è il problema? Dell’organizzazione della festa si occupa normalmente un comitato di persone che da diversi anni a questa parte è guidato da Stefano Sartorello. Un team di otto “eroi” (è il caso di dirlo) sui quali ricade completamente l’onere di ogni aspetto dei festeggiamenti civili, dalla raccolta fondi alla ricerca del cantante o del gruppo musicale (in genere di gran nome) che anima la serata “clou”.

Quest’anno la squadra organizzativa ha chiesto un ricambio per poter rifiatare e godersi finalmente l’estate come tutti i cittadini ma nessuno in paese ha finora manifestato l’intenzione di impegnarsi per organizzare una festa attesa da tutti e che ricade in piena stagione turistica.

«Facciamo quest’attività da diversi anni – spiega il presidente del comitato, Stefano Sartorello – Organizzare una festa come Sant’Agostino dà molte soddisfazioni ma è terribilmente stancante e stressante. Siamo in appena otto persone e ci dobbiamo interessare di tutto, compreso andare casa per casa per cercare i fondi necessari per l’organizzazione. In cambio, spesso e volentieri riceviamo critiche per l’operato e tutti sono prodighi di consigli su quello che servirebbe per organizzare al meglio e diversamente le cose. Abbiamo bisogno di rifiatare ed è giusto che ora altri prendano il nostro posto. Abbiamo fatto presente il tutto al parroco, don Emilio Manca, ma nessun si è fatto avanti. Mancano poco meno di due mesi e mezzo ad una festa che, almeno per la parte civile, rischia di non aver luogo. Sarebbe un peccato per Muravera».

Concetti ripetuti dal parroco, don Emilio Manca: «L’impegno profuso dai volontari che si sono occupati dell’organizzazione negli scorsi anni è stato enorme – spiega – Sulle loro spalle è ricaduto un lavoro enorme per il quale sarebbe stato necessario il triplo delle persone. Ora è giusto che ci siano altri che si facciano avanti e si curino dell’organizzazione. Abbiamo fatto diversi appelli ma nessuno si è fatto concretamente avanti. Tutti vogliono la festa ma nessuno vuole impegnarsi per organizzarla. Sarebbe bene che ci si prendesse seriamente delle responsabilità anziché parlare e basta. I festeggiamenti religiosi? Quelli saranno effettuati regolarmente».

E saranno probabilmente gli unici, a meno che non si faccia avanti un gruppo di persone armato di tanta buona volontà e spirito di servizio.

(ilsarrabus.news)

:
Condividi sui social e seguici:

Tags: ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑
  • Notizie più recenti

  • Seguici su Facebook

  • Commenti recenti

  • Archivi

  • Categorie