Apertis Verbis

Published on Settembre 10th, 2019 | by Redazione

0

LA LETTERA. Pillole di nostalgia: il bar Sandro, punto di riferimento per chi “torna a casa”

A tutti i Giovani cittadini del Sarrabus e a chi di interesse. Il Bar Sandro è un bel ricordo, il suo marciapiede porta ancora un’energia particolare e tanti ricordi e ricordi. Da giovane il pullman ti riportava in paese ogni quando e la fermata, appunto il Bar Sandro, era quella più vicina a casa, era quella che mi riportava dalla mia mamma, le coccole, la roba pulita e i piatti del cuore (di cui ancora conservo il profumo e l’aroma), nonostante sia diventato un discreto “cucinatore”, non riesco ancora ad emularne la bontà.

 

Il primo piede che poggiava sul marciapiede era già un’energia, un’ esplosione vitale. Negli ultimi anni di percorrenza ritornando in paese, il fenomeno era ancora più intenso, era incontrollabile, la voglia di partecipare e di esserci era sempre più profonda. Con gli anni il marciapiede del Bar Sandro non era più il punto di appoggio principale, perché una volta automunito, l’arrivo a casa era diretto, ma la sera, appena si incontravano gli amici, seduti al Bar, si respirava nuovamente quell’aria, quella voglia, le conversazioni erano si spesso semplici, anche ridicole, ma costruttive e si riempivano di speranza.

Ancora dopo anni, al rientro a “casa” la cosa era sempre manifesta, l’energia e la volontà di esserci era sempre la stessa. Sono passati molti anni e non ho mai tradito, sono tornato, rimasto, ci sono, aiuto contribuisco, non bisogna essere visibili per esserci, non dimentico e non demordo. Mi guardo spesso intorno, vedo me stesso in tanti ragazze e ragazzi, li guardo con simpatia e con speranza, spero che anche loro vadano, tornino, rimangano e non demordano, perché, si deve andare via, vivere, vedere, apprendere, fare esperienze, ma soprattutto tornare.

Passano i mesi le stagioni e gli anni, è tutto tempo che va via e non ritorna. La nostra comunità è sempre più distratta, si sta impoverendo, invecchiando e inaridendo. Il Bar Sandro è sempre li, il suo marciapiede è sempre lo stesso, la fermata si è appena spostata, ma è sempre li, i fruitori sono cambiati, ma il significato è ancora vivo, perché forse anche lui ha capito che aspetta voi per dare una mano.

A tutti i giovani che sono andati via e poi sono ritornati.

Saludi e trigu a tottus.

Un lettore – Muravera

(ilsarrabus.news)

:
Condividi sui social e seguici:
error

Tags: ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑