L’estate è alle porte e i danni collaterali dell’epidemia COVID-..." /> VILLASIMIUS, Rilancio del settore turistico? Le speranze arrivano dal web – IlSarrabus.news


Uncategorized

Published on Giugno 19th, 2020 | by Redazione

0

VILLASIMIUS, Rilancio del settore turistico? Le speranze arrivano dal web

L’estate è alle porte e i danni collaterali dell’epidemia COVID-19 si fanno sentire anche nel cuore pulsante della Sardegna, cioè nel settore turistico dove le strutture alberghiere ed extra-alberghiere del Sarrabus, dove è presente un’alta percentuale della capacità ricettiva regionale,  hanno già affrontato una prima dura prova durante le festività pasquali.

 

«Durante il lockdown, infatti,  le disdette hanno portato al calo del 100% delle prenotazioni – denuncia Sergio Ghiani, assessore al Turismo e allo Spettacolo del Comune di Villasimius e imprenditore turistico – calo rafforzato nel mese di giugno in cui, a causa delle indicazioni poco chiare e tardive da parte del governo, non si sono registrati elementi di ripresa».

In questi giorni una nuova app “Sardegna Sicura” verrà resa disponibile per la verifica degli ingressi in Sardegna: sarà possibile fare una registrazione all’imbarco e successivamente si potrà autorizzare, su base volontaria, il tracciamento degli spostamenti in modalità geolocalizzazione in modo da favorire un controllo, se necessario, in funzione del COVID-19. Attualmente è ancora attiva la registrazione online sul portale istituzionale della Regione Sardegna, dove si effettua l’autocertificazione.

Nell’Isola l’indice Rt è ai minimi, fra i più bassi  d’Italia, ma l’incertezza nutrita dai turisti è ancora tangibile e si riflette sulle prenotazioni che arrivano con il contagocce. Nonostante sia possibile viaggiare liberamente in Italia e i turisti dichiarino di avere ottime e consolidate aspettative nelle strutture alberghiere ed extra-alberghiere del Sarrabus, si risente degli esiti psicologici  scatenati dalla pandemia  che ha reso vulnerabili l’intera popolazione da diversi punti di vista. Il timore maggiormente riscontrato fra i turisti interessati ad un viaggio in Sardegna è causato dall’indebolimento della fiducia verso i mezzi di trasporto, non adeguatamente monitorati, e dalla preoccupazione di poter restare bloccati se dovessero ripresentarsi dei focolai.  È  doveroso segnalare che a Villasimius, per rassicurare sia gli abitanti che i turisti,  è stato svolto uno screening di massa della popolazione, che ha interessato circa l’80% degli abitanti.   

«Quest’estate non si registreranno i numeri del turismo degli ultimi anni e addirittura una proiezione del 35-40% del fatturato 2019 potrebbe essere un’ipotesi realistica anche se – ribadisce Ghiani – sarà solo raggiungendo il 70% dello scorso fatturato che si riuscirebbe a liquidare gli stipendi del personale, sebbene non avanzerebbe il tanto necessario a  produrre un guadagno per le imprese».

Il futuro di quest’estate potrebbe essere incerto, ma è altrettanto vero che l’’impiego di linee dedicate alla promozione social, iniziativa promossa dal comune di Villasimius insieme agli operatori del Consorzio turistico, potrebbe regalare uno slancio tanto atteso quanto inaspettato.

Si tratta di un’idea già in cantiere da mesi che è stata integrata ed adattata alle nuove esigenze durante il lockdown. I turisti potranno prenotare online sia la struttura, che il servizio parcheggio nelle aree di sosta e anche i servizi destinati alla spiaggia, direttamente  dal portale VillasimiusTurismo, senza rivolgersi alle agenzie di intermediazione Online Travel Agencies, come Booking, Expedia, Hotel.com, Agoda, AirBnB. Il portale sarà oggetto di una campagna di comunicazione sui canali social più diffusi, cioè Facebook e Instagram dove gli operatori turistici dialogheranno in tempo reale e in diverse lingue.

L’interazione diretta con il turista porterà un immediato riscontro che soddisferà le parti– spiega Ghiani – si potrà concedere uno sconto ai clienti e ad assicurare una piccola percentuale di guadagno agli imprenditori.

L’ambizioso e promettente progetto è stato presentato nei giorni scorsi a Casa Todde, alla presenza dell’assessore regionale al Turismo Gianni Chessa e deii rappresentanti di diversi comuni della Sardegna e di numerosi titolari di strutture alberghiere, attività commerciali, e attività di servizi che potrebbero scoprire un incoraggiamento da cui prendere spunto sul fronte turistico.

Daniela Curreli

(ilsarrabus.news)

:

Tags: ,


About the Author




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑