Appuntamenti

Published on luglio 13th, 2018 | by Redazione

0

VILLASIMIUS, Domani la suggestiva festa della Madonna del Naufrago

Un rito unico di devozione che a Villasimius si rinnova dall’8 luglio del 1979, quando su un fondale di 11 metri in prossimità dell’Isola dei Cavoli fu posata la statua della Madonna del Naufrago, l’opera in trachite rosa di Ozieri alta oltre 3 metri realizzata dal noto artista isolano Pinuccio Sciola.

La 39ma edizione della festa, in suffragio dei marinai dispersi e per invocare la protezione di quanti vanno per mare, sarà celebrata quest’anno il 14 e 15 luglio, con un fitto programma di eventi che vedrà il suo culmine nella suggestiva processione di barche fino all’Isola dei Cavoli.

 

Qui in fondo al mare, di fronte alla statua sommersa, il sacerdote di Villasimius, con una squadra di sub, si immergerà ai piedi della Madonna e reciterà sott’acqua la preghiera rituale, per la prima volta accompagnata da musica dal vivo, che sarà trasmessa tramite altoparlanti e potrà essere seguita in diretta dai fedeli a bordo delle imbarcazioni. Si tratta di un rito unico nel suo genere, che ogni anno attrae nella località costiera del Sud-Est migliaia di visitatori.

Le celebrazioni cominceranno sabato 14 luglio, con la Santa Messa nella chiesa parrocchiale, seguita dalla processione fino al porto, da dove un corteo di barche partirà alla volta della costa di Campulongu. A seguire, ci sarà l’esibizione del gruppo folk Sa Fortilesa di Villasimius e dei Pescatori Scalzi di Cabras. Alle 21,30, è in programma la Degustazione di Pesce organizzata dai pescatori e dalle associazioni di volontariato locali, con la musica live dei Niko Fiko Funk.

Domenica 15 luglio si comincia alle 9,30, con la messa nel piazzale del Porto. La partenza del corteo di barche verso l’Isola dei Cavoli è prevista per le 10,30, mentre la suggestiva preghiera subacquea è in programma per le 11,15.

La suggestiva manifestazione è curata dall’associazione “Mari Nostru” che nasce con la passione del mare e con lo scopo di salvaguardia dello stesso e lavora a stretto contatto con l’Area Marina Protetta. L’associazione conta circa 130 tesserati. “Abbiamo deciso quest’anno di rinnovare la tradizione al meglio – spiega Luciano Marci, presidente di Mari Nostru – ci siamo resi conto che in questi ultimi anni i festeggiamenti stavano perdendo un po’ di spirito, quindi assieme all’amministrazione comunale ci siamo attivati al meglio per riportar lustro a questa bellissima Tradizione. Mari Nostru grazie ai tutti i suoi iscritti e al gruppo lavoro d’élite sommozzatori si occuperà di tutta la logistica sia per mare che per terra dell’evento e di tutta la gestione organizzativa”

In serata, appuntamento alle 21,30 con i Tamburellisti di Torrepaduli, storico gruppo di pizzica salentina, che si esibiranno con musiche trascinanti suonate con i tradizionali strumenti a corda e percussione e in balli coreografici. La performance sarà preceduta da una conversazione sulle musiche di guarigione nelle società tradizionali di Puglia, Sardegna e Mediterraneo, con il leader della band, Pierpaolo De Giorgi, ultimo evento in programma della manifestazione culturale Latitudine 39.

(ilsarrabus.news)

:
Condividi sui social e seguici:

Tags: ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Back to Top ↑
  • Notizie più recenti

  • Seguici su Facebook

  • Commenti recenti

  • Archivi

  • Categorie