Appuntamenti

Published on Agosto 7th, 2020 | by Redazione

0

VILLAPUTZU, Tradizione, buona musica e tanti ospiti per il Festival delle Launeddas

Si è svolta questa mattina a Villaputzu, nella sala polifunzionale, la conferenza stampa di presentazione del Festival delle Launeddas in programma per domenica 9 agosto. Già nell’ottica di un festival particolare viste le restrizioni dovute al Covid 19, anche la conferenza si è svolta obbligatoriamente di fronte a un pubblico ristretto e rigorosamente distanziato.

 

A inaugurarla è stato il sindaco Sandro Porcu: “Siamo lieti di poter annunciare che, seppur con le dovute restrizioni, il festival ci sarà e che includerà una tappa di “Freemmos” il progetto che, promuovendo la cultura sarda, lotta contro lo spopolamento dei paesi dell’isola. Per la prima volta dall’esistenza del festival speriamo che ci sia tanta gente, ma non tantissima”. Proprio in riferimento alle regole del distanziamento e dei divieti di assembramento, il sindaco Sandro Porcu afferma: “L’ingresso alla piazza sarà contingentato, obbligatoriamente. Ma quest’anno le telecamere di Videolina riprenderanno e trasmetteranno in diretta il festival, abbiamo parlato con i diversi gestori di bar e locali e sono disposti a installare degli schermi affinché più persone possano assistere allo spettacolo anche uscendo di casa, ma sempre distanziati”

Terminato il breve discorso, il sindaco Porcu passa la parola a Leonardo Marras, presidente della fondazione Maria Carta: “Sono davvero felice di essere qui nella patria delle launeddas. Il termine Freemmos unisce sia il termine “Free”, libero in inglese, al termine “frimmos”, fermi, in sardo. Perché vorremo che i sardi siano liberi di restare nella propria terra. Si parla spesso di rischio spopolamento nei paesi dell’isola e bisogna muoversi adesso, anche facendo parlare la cultura. Per questo domenica faremo parlare le launeddas”. E a proposito delle launeddas aggiunge: “La fondazione sta lavorando per riconoscere questo strumento come patrimonio dell’umanità, com’è accaduto qualche anno fa per il canto a tenore.”

Infine è il turno di Giacomo Serreli, giornalista, che domenica sarà impegnato nella conduzione del festival in piazza Marconi. “A Villaputzu si respira la passione per le launeddas anche nelle strade, basta vedere anche il bel murales dedicato al maestro Antonio Lara nella parete di un supermercato.” E procede a elencare il ricco programma di ospiti. Saliranno sul palco Maria Giovanna Cherchi, Cordas et Cannas, Beppe Dettori e Raoul Moretti, Alessia Desogus e Peppino Anfossi. Spazio anche alla comicità dei Tressardi. Non mancheranno naturalmente le esibizioni dei maestri suonatori di Villaputzu che da anni si spendono per la realizzazione del festival: Giancarlo Seu, Gianfranco Mascia, Salvatore Trebini. E Andrea Pisu, che si esibirà anche con Vanni Masala nel duo Fantafolk.

La conferenza si conclude con l’assegnazione del premio “Launeddas 2020” a Leonardo Marras, che, visibilmente emozionato, ringrazia. A deliziare i presenti prima di andare via, due esibizioni dei maestri Andrea Pisu e Giancarlo Seu, che lasciano poi il palco a Salvatore Trebini e Antonio Trebini.

Sara L. Canu

(ilsarrabus.news)

:

Tags: , ,


About the Author




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑