dalla cosiddetta Fase 2 ci sia consentito nutrire la speranza che l..." /> SARRABUS, I primi cittadini scrivono alla Regione: Chiarezza sulla fase 2, il nostro territorio vuole rialzarsi – IlSarrabus.news


Sarrabus

Published on Aprile 30th, 2020 | by Redazione

2

SARRABUS, I primi cittadini scrivono alla Regione: Chiarezza sulla fase 2, il nostro territorio vuole rialzarsi

“A pochi giorni dalla cosiddetta Fase 2 ci sia consentito nutrire la speranza che le cose possano, almeno in parte cambiare, consentendo alle nostre comunità di rialzarsi e riprendersi”. Lo hanno scritto i sindaci del Sarrabus, Marco Antonio Siddi (San Vito), Marco Falchi (Muravera), Sandro Porcu (Villaputzu), Eugenio Murgioni (Castiadas) e Gianluca Dessì (Villasimius) in una lettera indirizzata al presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas e agli assessori alla Sanità e al Turismo Mario Nieddu e Gianni Chessa.

 

I primi cittadini, affrontando il difficile tema dell’emergenza Covid-19, chiedono alla Regione delle indicazioni chiare su come affrontare il prossimo futuro, costituito dalla stagione estiva ormai alle porte. “Il nostro – scrivono i primi cittadini – è un territorio a vocazione prettamente turistica che nel periodo estivo vanta un altissimo numero di presenze (circa due milioni certificate dall’Istat) con conseguente impiego di forza lavoro di migliaia di persone”.

“La mancata assunzione nel settore sopra menzionato – spiegano i sindaci – porterebbe ad un grave disagio economico e sociale. Per questo è essenziale che noi amministratori capire come come la Regione Sardegna, nell’ambito delle proprie competenze, intenda affrontare l’inizio della stagione turistica, vieppiù se, come auspichiamo, si creeranno le condizioni per autorizzare gli spostamenti delle persone da regione a regione”.

“Abbiamo necessità di indicazioni per guidare le strutture ricettive del nostro territorio – si legge ancora nella missiva – Servono perciò precisi protocolli sanitari che regolamentino sia l’assunzione del personale che a vario titolo lavorerà nelle strutture stesse, sia per la conduzione dell’attività turistica nella sua completezza. Ci riferiamo ai disposizitivi di protezione individuale, alle questione del litorale, alla regolamentazione della balneazione”.

“Un’altra problematica non meno importante – proseguono i primi cittadini – riguarda la fruizione delle spiagge libere che deve essere anch’essa disciplinata in modo chiaro per non rischiare di compromettere la salute e la sicurezza dei fruitori. Si chiedono inoltre chiarimenti e precise indicazioni sulla gestione dei servizi di ristorazione”.

(ilsarrabus.news)

:
Condividi sui social e seguici:

Tags: , , ,


About the Author



2 Responses to SARRABUS, I primi cittadini scrivono alla Regione: Chiarezza sulla fase 2, il nostro territorio vuole rialzarsi

  1. Sandro Piscedda says:

    Io sono di San Vito. Se la regione dovesse chiedermi il tampone fatto sette giorni prima di partire, sarà un problema prenotare il volo, o la nave. Qui i tamponi li fanno solo se sei a rischio, altrimenti non so.

  2. Piera Angela Murtas says:

    Che senso ha farlo una settimana prima della partenza? E se mi contagiano in nave? E poi il tampone non te lo fanno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑