San Vito

Published on Giugno 29th, 2019 | by Redazione

0

SAN VITO, Sagre estive al veleno. Il G.S. San Vito: “Esclusi dai contributi”. La replica: “Mai pervenute loro richieste”

Addio alla Festa del Pescatore e alla Sagra del Maialetto Sanvitese, almeno per quest’estate. Le due manifestazioni, organizzate dal Gruppo Sportivo San Vito, inizialmente inserite nel cartellone degli eventi dell’estate sanvitese, sono state cancellate. Il motivo lo spiega in una missiva inviata al Comune il presidente del sodalizio di San Vito, Pietro Vaccargiu.

 

Le motivazioni di tale sofferta decisione – scrive Vaccargiu – sono da attribuire alla vostra decisione, per il secondo anno consecutivo, di escludere il sodalizio da me rappresentato dai contributi comunali previsti per le associazioni che organizzano manifestazioni turistiche, culturali ed enogastronomiche. Accettiamo con dispiacere la vostra decisione, anche perché le succitate manifestazioni, giunte alla terza edizione, avevano riscontrato un largo consenso da parte dei cittadini sanvitesi ma soprattutto dei tantissimi turisti presenti nel Sarrabus che in quei giorni avevano preferito San Vito per trascorrere due serate all’insegna del buon gusto e del divertimento”.

Come lo scorso anno – prosegue la missiva del presidente del San Vito – avremmo voluto farci carico delle spese ma purtroppo non abbiamo le risorse necessarie per sostenere economicamente l’organizzazione di eventi così complessi e costosi”.

L’esclusione dai contributi comunali e i mancati introiti delle sagre rischiano di avere ripercussioni anche sul futuro del sodalizio calcistico del paese: “Rischiamo di chiudere i battenti – dichiara Angelo Padiglia, mister della prima squadra – Il Comune, tra l’altro ci ha dimezzato i contributi per l’attività sportiva, passati da novemila a 5000 euro che spenderemo quasi esclusivamente per la manutenzione del campo. Le nostre iniziative? Non si capisce perché escluderci, visto che siamo l’associazione più attiva per l’organizzazione di manifestazioni”.

La replica dell’amministrazione comunale non si fa attendere. Per tutti parla l’assessore al Turismo e Spettacolo Elena Mereu: “Le accuse del G.S. San Vito – spiega Mereu – non stanno né in cielo né in terra. Agli uffici del Comune non è pervenuta alcuna richiesta di contributo per le sagre che l’associazione aveva in animo di organizzare. Anzi, ritengo che il comportamento dei responsabili del G.S. San Vito non sia stato corretto in quanto ci hanno comunicato di voler organizzare diversi eventi finanziandoli, come lo scorso anno tramite degli sponsor . Li avevamo regolarmente inseriti nel cartellone degli appuntamenti estivi in paese, ma, a manifesti già stampati, ci hanno comunicato di volerli annullare. La verità è che il G.S. San Vito avrebbe voluto accedere ai contributi destinati ad altri due comitati che da qualche tempo non organizzano eventi, un’operazione che però non è possibile”.

Sulla vicenda interviene anche il capogruppo di minoranza Alberto Cuccu: “Chi amministra il territorio – spiega Cuccu – dovrebbe conoscere l’importanza e il valore di questo tipo di manifestazioni, capaci di mobilitare moltissime persone e soprattutto turisti d verso il paese di San Vito. Il mancato inserimento tra i beneficiari dei contributi comunali, risulta fortemente incoerente con gli obiettivi previsti e la visione strategica della stessa amministrazione”.

(ilsarrabus.news)

:

Tags: , , , , ,


About the Author




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑