San Vito

Published on Luglio 21st, 2020 | by Redazione

0

SAN VITO, L’appello: “Più spazio per le serate musicali e d’intrattenimento in paese”

Più spazio per le serate d’intrattenimento a San Vito grazie alla revoca o alla modifica dell’ordinanza dello scorso anno che impone limitazioni per gli spettacoli musicali di intrattenimento svolti durante l’estate fuori dai locali pubblici del paese. Lo chiede il consigliere comunale Gianfranco Mattana.

 

L’ordinanza, prevede infatti che oltre ai limiti d’orario (d’estate non si potrà suonare oltre l’una di notte nei giorni feriali e festivi e l’una e trenta nei prefestivi), “non devono essere ospitate manifestazioni che prevedono la partecipazione di singoli esecutori famosi e gruppi musicali ampiamente pubblicizzati”. Gli intrattenimenti consentiti nei locali del paese sono “musica dal vivo (da ascolto, di sottofondo, d’ambiente, senza particolare rilievo), Piano Bar (da ascolto, di sottofondo, d’ambiente, senza particolare rilievo), karaoke (solo all’interno dei locali), attività musicali mixate da Dj (da ascolto, di sottofondo, d’ambiente, senza particolare rilievo), juke-box (da ascolto, di sottofondo, d’ambiente, senza particolare rilievo) (…) Le attività suddette possono essere svolte esclusivamente dai soggetti che presentano documentazione dell’impatto acustico”.

“Un allentamento di queste disposizioni è necessaria – spiega Mattana – per dare alle attività commerciali occasione di un ristoro economico dopo la grave crisi legata al Covid-19. I pubblici esercizi con la loro presenza contribuiscono efficacemente all’animazione allo sviluppo turistico, alla sicurezza e valorizzazione del territorio, ma anche perché, offrono ai giovani locali e turisti, con l’organizzazione di piccoli trattenimenti musicali e altre iniziative complementari di allietamento, la possibilità di intrattenersi entro i confini comunali, sottraendoli dal grave rischio di incidenti stradali a cui si esporrebbero qualora non trovando in paese dei locali idonei a soddisfare questo tipo di domanda e fossero costretti a percorrere dei tragitti notturni in automobile per raggiungere ritrovi situati in altre località”

“L’obiettivo dell’amministrazione – ha concluso Mattana – deve essere quello di conciliare il diritto della quiete dei residenti con le altrettante legittime esigenze del settore turistica e commerciale, il tutto con le necessarie precauzioni per evitare possibili contagi da Covid-19”.

(ilsarrabus.news)

:

Tags: , ,


About the Author




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑