Muravera

Published on Agosto 11th, 2020 | by Redazione

0

MURAVERA, L’appello dei barracelli: «Dateci più mezzi e fondi»

Più mezzi, uomini e soprattutto fondi per porter svolgere al meglio le funzioni per le quali sono destinati: la tutela dell’ambiente. Più che una richiesta è un auspicio quello che arriva dalla Compagnia Barracellare di Muravera, l’unica attiva in tutto il Sarrabus, tredici uomini in tutto, gli eredi di quella che fu e continua ad essere la polizia rurale della tradizione sarda.

 

Riattivata nel 2018 dopo essere stata operativa negli ormai lontani anni Settanta, i barracelli della compagnia di Muravera hanno svolto un ruolo di non poco conto durante l’emergenza Covid-19 attuando, in collaborazione con le altre forze dell’ordine (sono a tutti gli effetti ufficiali di pubblica sicurezza), un servizio di controllo del territorio che è risultato essere particolarmente efficace soprattutto in funzione preventiva.

«Nel solo mese di aprile 2020, in pieno chiusura, abbiamo effettuato oltre 700 ore di servizio – spiega Daniele Battaglia, dal gennaio di quest’anno comandante della compagnia – Ogni giorno una nostra pattuglia ha sorvegliato il territorio comunale dalle due del pomeriggio alle 18 e dalle 23 alle 5 del mattino. Fra i nostri compiti c’era quello di avvertire la cittadinanza di rimanere a casa tramite avvisi acustici, ci siamo occupati della consegna di generi alimentari alle associazioni del territorio. Sanzioni? Non ne abbiamo fatte ci siamo limitati a riprendere chi violava le consegna di rimanere a casa, in particolare i ragazzini, facendo loro comprendere non solo i rischi che correvano individualmente ma anche quelli che avrebbero fatto correre ai loro familiari, specie quelli più anziani».

La tutela dell’ambiente è uno dei compiti istituzionali dei barracelli: «Duole constatare che anche nel nostro Sarrabus i maleducati non mancano – spiega il comandante Battaglia – Nelle campagne, ma anche per le vie di Muravera non è infrequente rinvenire buste con rifiuti per non parlare dei residui delle lavorazioni artigianali, anche se, ad onor del vero, in paese non esistono aree dove conferire quest’ultimo genere di rifiuto. Le discariche maggiori? Quelli dove stazionano i campeggiatori abusivi che d’estate lasciano ogni genere di schifezza sotto i cespuglisiano i campeggi estivi. Le condizioni della pineta di Feraxi parlano da sole».

Punto dolente della compagnia barracellare di Muravera sono i fondi e i mezzi a disposizione e anche gli effettivi sono decisamente insufficienti: «La compagnia avrebbe diritto ad un contributo annuale di diecimila euro che servirebbero per coprire le spese per le assicurazioni e l’acquisto del vestiario – dice il comandante della compagnia di Muravera – Inoltre la Regione ha la possibilità di girarci mezzi dismessi dall’ente. Fatto sta che quest’anno tutte queste cose sono rimaste lettera morta nonostante le richieste siano state regolarmente inoltrate da parte nostra ma, non so per quale disguido, la parte che doveva essere presentata dal Comune non è mai arrivata alla Regione. Speriamo che il prossimo anno vada meglio».

La Regione, inoltre, modificherà presto la normativa che regola l’attività delle compagnie barracellari prevedendo anche una formazione più puntuale in un apposito centro in provincia di Oristano. Quanto alle armi (la compagnia di Muravera ha in dotazione dei fucili, il comandante Battaglia è chiaro: «Per portarle in servizio occorrono determinati requisiti che i nostri barracelli hanno – puntualizza – preferiamo comunque portarle con noi il meno possibile, specie durante il servizio d’ordine di grandi manifestazioni del territorio come la Sagra degli Agrumi».

Una compagnia che potrebbe diventare sarrabese e non soltanto muraverese: «L’Unione dei Comuni – dice Daniele Battaglia – potrebbe usare i nostri servizi ma, sia chiaro, servono più uomini, mezzi e fondi. Noi non percepiamo nessuno stipendio, facciamo questo per passione. Invito i tanti giovani del Sarrabus a impegnarsi nel corpo dei barracelli. Contattarci è semplice: tramite la nostra pagina Facebook». Riuscirà il Sarrabus ad avere un’unica compagnia per tutto il territorio?

(ilsarrabus.news)

:

Tags: ,


About the Author




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑