Apertis Verbis

Published on giugno 9th, 2018 | by Redazione

0

L’OPINIONE. Le idee di Paolo Savona lo fanno diventare il sardo più famoso nel mondo

Cosa hanno in comune Sergio Mattarella e Steve Bannon, l’esponente un po’ ammaccato di un certo continuismo costituzionale e l’orco populista eccessivo anche per Trump? Niente, se non che entrambi hanno seguito e seguono con molta attenzione, per motivi diversi, parole ed opere dell’economista cagliaritano Paolo Savona, neo ministro del governo giallo-verde.

 

Savona, oggi, è forse il sardo più famoso nei cinque continenti, di lui si parla nelle stanze più riservate dei governo europei e mondiali e, va da se, fra gli operatori top dei mercati finanziari internazionali. E per che cosa? Per aver scritto e detto, ed anche bene argomentato, che la globalizzazione ha creato ai popoli europei più problemi di quelli che voleva risolvere, che la crescita è lo strumento migliore per tenere in ordine i conti (e non il contrario), che l’Unione europea non può continuare ad essere la stazione di servizio della Germania, ma uno spazio politico ed economico aperto al mondo in cui si possono negoziare tante questioni, ma dalla solida posizione di chi ha idee forti ed anche abbastanza nuove da mettere in campo.

In un certo senso, Savona è il simbolo, forse inconsapevolmente ‘populista’ se proprio si vuole usare questo termine, del ritorno al primato della politica dopo l’ubriacatura mercatista e mondialista che ha schiacciato le identità nazionali fin quasi a metterne in discussione l’esistenza. Idee che forse spaventano un po’ Mattarella, ma entusiasmano Bannon, per tornare al paragone iniziale, con tutto quello che c’è in mezzo. Però, la cosa più importante è un’altra: queste idee di un Sardo intelligente ed illuminato, proveniente da una ‘nicchia’ politica ormai scomparsa, sono in qualche modo il frutto di un lungo viaggio attraverso luci ed ombre dell’establishment italiano istituzionale, bancario ed imprenditoriale, e sono piuttosto contagiose. E molti, in questo caso, hanno ragioni da vendere nel rifiutare i vaccini.

SardoSono

(ilsarrabus.news) in collaborazione con Admaioramedia.it

:
Condividi sui social e seguici:


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑
  • Notizie più recenti

  • Seguici su Facebook

  • Commenti recenti

  • Archivi

  • Categorie