Escalaplano

Published on Aprile 11th, 2020 | by Redazione

0

ESCALAPLANO, Arrivano le mascherine protettive per tutta la cittadinanza

Tutta la cittadinanza di Escalaplano avrà a sua disposizione mascherine protettive chirurgiche per meglio difendersi dal contagio da Covid-19. Lo ha reso noto il sindaco del comune del Gerrei, Marco Lampis. Il tutto è stato reso possibile grazie al contributo della Società SVI.MI.SA, titolare della concessione per la cava dell’argilla di Escalaplano, e del “Comitato quarantenni Classe 1978” di Escalaplano.

 

Il personale del Comune ha iniziato a distribuirle ed entro qualche giorno tutti gli escalaplanesi le avranno a disposizione. “Grazie ai loro contributi abbiamo potuto acquistare le mascherine chirurgiche per tutta la popolazione e lo abbiamo potuto fare prima che avessimo la disponibilità delle risorse pubbliche per l’emergenza – ha spiegato il primo cittadino, Marco Lampis – E’ stato un grande gesto di generosità e solidarietà verso la popolazione, a dimostrazione di quanto queste persone tengono alla nostra Comunità”.

Non è l’unico gesto di solidarietà nel paese del Gerrei: un panificio del paese produce ogni giorno una certa quantità di pane per i bisognosi. “Dimostra quanto la nostra comunità riesca a reagire, ad essere solidale – commenta Lampis – e quanto le persone siano pronte a contribuire per il bene di ciascuno, affinché nessuno possa restare indietro o venga lasciato solo. Come Amministrazione e Servizio Sociale comunale, faremo tutto il possibile, ma farlo sapendo di poter contare sulla collaborazione di altri è decisamente confortante”.

“La mascherina va indossata dentro i negozi, negli uffici, alla Posta, in banca e in tutti gli ambienti chiusi dove siano presenti persone fra loro non conviventi. Anche se si rispetta il distanziamento sociale – raccomanda il primo cittadino – Quindi, fuori da casa nostra, dobbiamo usarle sempre. Non è necessario indossarla all’aperto. La mascherina è indispensabile per arginare il diffondersi del virus. Affinché sia efficace dobbiamo indossarla tutti e, al nostro rientro a casa, non dobbiamo far altro che toglierla tenendola ai lacci e possibilmente esporla al sole, prima di poterla riutilizzare. Prima di tutto va indossata dagli stessi commercianti, soprattutto da chi lavora nei banchi (cassa, freschi, carni, pane etc.). Per ora non possiamo sottovalutare il virus e serve indossare la mascherina e attendere il nostro turno fuori dai negozi già saturi nel limite di persone che trovate indicato all’esterno. Servono responsabilità, prudenza, attenzione e pazienza”.

(ilsarrabus.news)

:

Tags: , ,


About the Author




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑