un nuovo Dpcm con cui proroghiamo le misure restrittive..." /> COVID-19, Il premier Conte: “Misure restrittive prorogate fino al 3 maggio” – IlSarrabus.news


Attualità

Published on Aprile 10th, 2020 | by Redazione

0

COVID-19, Il premier Conte: “Misure restrittive prorogate fino al 3 maggio”

“Abbiamo appena predisposto un nuovo Dpcm con cui proroghiamo le misure restrittive fino al 3 maggio.
Una decisione difficile, ma necessaria di cui mi assumo tutta la responsabilità politica. È una decisione assunta dopo diversi incontri, tenuti con la squadra dei ministri, con esperti del nostro comitato tecnico-scientifico, con le Regioni, le Province e i comuni, con i sindacati, il mondo delle imprese, con le associazioni di categoria”. Lo ha annunciato il premier Giuseppe Conte, in una conferenza stampa.

“Il nostro comitato tecnico-scientifico – ha aggiunto – ci ha dato una conferma: i segnali della curva epidemiologica sono incoraggianti. Ci sono evidenti indicazioni che le misure di contenimento fin qui adottate stanno dando dei frutti, stanno funzionando”.

“L’Italia – ha proseguito il presidente del Consiglio – si sta dimostrando anche per altri Paesi un esempio nelle misure di reazione per tutelare la salute dei cittadini. Ma proprio per questo non possiamo vanificare gli sforzi fin qui compiuti. Se noi cedessimo adesso, tutti i risultati positivi fin qui raggiunti potremmo perderli. Sarebbe una grande frustrazione per tutti perché dovremmo ripartire da capo”.

“Dobbiamo quindi mantenere alta la soglia dell’attenzione, lo dobbiamo fare anche adesso che siamo ormai prossimi alla Pasqua, lo dobbiamo fare per i ponti del 25 aprile, per il primo maggio.Siamo tutti impazienti di ripartire. L’auspicio è che dopo il 3 maggio si possa ripartire con cautela, con qualche gradualità, ma ripartire. Dipenderà, questo risultato, dal nostro comportamento. Dobbiamo compiere questo ulteriore sforzo, anche in questi giorni di festa. Dobbiamo continuare a mantenere le distanze sociali”.

“Condurremo fino alla fine questa battaglia”: così il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, è tornato a rivendicare la richiesta italiana dell’emissione degli eurobond per affrontare la crisi economica causata dal coronavirus.

“Serviranno – ha spiegato nel corso della conferenza stampa in diretta da palazzo Chigi – 1500 miliardi di euro per affrontare questa emergenza europea. Negli Usa, ricordo, il sostegno pubblico già adesso è nell`ordine di 2000-2200 miliardi di dollari, numeri mai visti in tempo di pace”.

Per Conte “le proposte dell`Eurogruppo sono un primo passo, il ministro Gualtieri ha fatto un gran lavoro ma è un primo passo che l`Italia giudica insufficiente. Occorre lavorare ancora per costruire qualcosa di più ambizioso, la creazione di un fondo che deve essere finanziato con una condivisione dello sforzo: con gli eurobond, sì, gli eurobond. Il fondo deve essere proporzionato a una economia di guerra e deve essere disponibile subito. Se arriviamo tardi sarà insufficiente, deprimeremo ulteriormente il tessuto economico e la somma – ha concluso il premier – non basterà”.

(ilsarrabus.news)

fonte Askanews

:
Condividi sui social e seguici:

Tags: , , ,


About the Author




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑