il progetto messo a punto dal..." /> CASTIADAS, “Spiccare il volo”, un progetto per insegnare alle persone con disabilità a vivere autonomamente – IlSarrabus.news


Castiadas

Published on Novembre 16th, 2022 | by Redazione

0

CASTIADAS, “Spiccare il volo”, un progetto per insegnare alle persone con disabilità a vivere autonomamente

Si chiama “Spiccare il volo” il progetto messo a punto dalla cooperativa sociale Villaggio Carovana con sede a Castiadas in località Masone Pardu. E’ co-finanziato dalla Fondazione di Sardegna con il patrocinio dell’amministrazione comunale e con il contributo del market Atzori-Buttau che ha preso il via nello scorso mese di aprile e ha coinvolto le famiglie e i servizi sociali dei vari comuni sarrabesi. Sei le giornate dedicate all’inclusività, all’autonomia e alla socialità, cinque le persone coinvolte. Il progetto si sta avviando alla conclusione, prevista per giovedì 24 novembre, giornata in cui ci sarà un piccolo rinfresco, con tanto di illustrazione del progetto e della sede stessa. Si tratta di una nuova iniziativa rivolta ad insegnare a persone con disabilità ad essere più autonomi con l’obiettivo di poter andare a vivere indipendentemente dalla propria famiglia.
“Grazie a questo progetto – ha spiegato Luca Perra, uno dei ragazzi coinvolti – ho imparato a fare diverse cose quali cucinare, stendere i panni e trascorrere del tempo insieme ad altre persone condividendo le nostre problematiche, i nostri sogni e i progetti futuri”. Un progetto importante per il quale i responsabili del Progetto Carovana chiedono il sostegno economico delle amministrazioni comunali del Sarrabus-Gerrei La giornata conclusiva si terrà il 24 novembre prossimo dalle ore 10; fino alle ore 13 presso la sede del Villaggio Carovana previa comunicazione al numero 3477234845. Al progetto hanno collaborato le associazioni Anffas Onlus di Cagliari e Domu Mia di Muravera. (ilsarrabus.news)

:

Tags: ,


About the Author




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑