Castiadas

Published on Luglio 12th, 2018 | by Redazione

3

CASTIADAS, Lo sfogo del sindaco: “Sui parcheggi a pagamento critiche ingiuste, diffamato il paese”

Critiche zoppe e un po’ stantie”. Così si esprime Eugenio Murgioni, primo cittadino di Castiadas, nel rispondere ai mugugni arrivati dai più parti, circa il caro-parcheggi nelle spiagge del paese. Primo cittadino che non usa mezzi termini e si sfoga: “Qualcuno a livello mediatico ha cercato di infangare il nostro operato. Non abbiamo rispettato le regole? Mi guarderei bene dall’asserire una cosa del genere e consiglierei di essere molto obiettivi e cauti nell’asserire certe inesattezze: la calunnia e la diffamazione sono reati penali”.

 

Una recente inchiesta (Ente Sardo Industrie Turistiche) ha constatato che il paesaggio e la natura vengono subito dopo il mare nella lista delle cose che più sono piaciute al turista che riparte dalla Sardegna dopo le vacanze – spiega Murgioni – Il turista natural-ambientalista è potenzialmente attratto dai tipi geo-ambientali della Sardegna, richiede l’immagine di una Regione con ampi spazi di natura incontaminata, quasi un museo naturalistico all’aperto ed è per questo che l’amministrazione comunale ha ritenuto opportuno che la zona prospieciente al litorale andasse lasciata al “naturale”, con strada non asfaltata, affinché il paesaggio stesso conservasse il suo stile intonso anche nel percorso turistico litoraneo. Rispondere alle richieste di “qualità del paesaggio” diventa un diritto e una responsabilità per ognuno”.

Il primo cittadino castiadese si sofferma sul rischio di eccessivo affollamento delle spiagge: “L’esigenza di mantenere elevata la qualità ambientale delle spiagge comporta un controllo dell’afflusso dei bagnanti – dice Eugenio Murgioni – In una spiaggia,dove per esempio possono starci 5.000 persone, non sarebbe giusto trovarsene il doppio, ne risentirebbe il mare stesso, perché per quanto possano fare gli addetti alle pulizie del litorale ingaggiate dal comune stesso, molti dei rifiuti vengono abbandonati in mare dai soliti incivili e recuperarli sarebbe molto complicato, senza contare il danno all’ambiente marino. Quindi diciamo sì al turismo, ma con controllo e strategia. Dove non c’è sovraffollamento si può controllare di più l’inciviltà e dar modo poi di facilitare il recupero di ogni schifezza abbandonata in spiaggia. La tutela stessa del paesaggio e del mare stesso (nostro bene primario)è una questione d’interesse della collettività e può costruire un occasione di sviluppo socio-economico”.

Quanto alle tariffe per i parcheggi, da diverse parti ritenute eccessive, Murgioni è lapidario: “Mi viene da sorridere – spiega – quando penso alle polemiche per il costo ritenuto “esagerato” dei parcheggi (10 euro per l’intera giornata, e 5 euro per mezza giornata al mare. Esilarante poi l’accusa di voler riservare le spiagge più belle ai ricchi”.

Questi, delibere alla mano, i prezzi dei parcheggi sul litorale di Castiadas: per i residenti è stata fissata una tariffa di 10 euro al mese o 20 euro per l’intera stagione, mentre gli ospiti delle strutture ricettive e degli stabilimenti balnerari pagheranno 30 euro a settimana. Chi lavora a Castiadas pagherà invece 30 euro al mese. Inoltre i disabili e i ragazzi fino a 10 anni sono esenti dalla tassa di soggiorno fino al 30 settembre prossimo, tassa che prevede 2 euro a pernottamento negli alberghi a 5 stelle, 1,50 euro a notte negli alberghi a 4stelle, 1 euro nel parcheggi e nel settore ricettivo extralberghiero.

Ho ribadito più volte che è compito del comune tutelare le spiagge di Castiadas e per farlo è necessario recuperare le risorse economiche – dice ancora Murgioni – Solo parcheggi a pagamento? Non è vero. Abbiamo numerosi parcheggi gratuiti: a Santa Giusta, presso hotel Villas, hotel Grandi Viaggi e hotel Sant’Elmo, a Su Cannisoni (presso Alma e San Pietro Resort) e infine in Vico III Cala Sinzias. Oltrettutto si può percorrere qualche metro in più per raggiungere la spiaggia se non si vuole parcheggiare gratis, oppure si può usufruire del servizio autobus attivo tutto il giorno a costi bassissimi”.

Quanto ai servizi, alla pulizia e alle norme igieniche, il primo cittadino assicura: “Abbiamo rispettato le norme, su questo non ci piove – conclude Murgioni – Abbiamo grandi contenitori per l’indifferenziato, bagni chimici, estintori e fasce tagliafuoco come prevede la norma. A giorni ci saranno gli addetti pronti a dare indicazioni ai turisti e vigileranno in maniera costante. Mi adopererò come ho sempre fatto per il bene del mio paese, per tutelare nel miglior modo possibile il territorio e l’ambiente circostante”.

Katia Monni

(ilsarrabus.news)

:
Condividi sui social e seguici:
error

Tags: , ,


About the Author



3 Responses to CASTIADAS, Lo sfogo del sindaco: “Sui parcheggi a pagamento critiche ingiuste, diffamato il paese”

  1. Anna Mulas says:

    Carissimo signor Sindaco, per lei la cifra sarà irrisoria ma per chi ha poche possibilità economiche c’è poco da stare allegri. Tra tanti incivili c’è anche chi come me rispetta l ambiente: ho sempre pagato però adesso la cifra è esagerata. Non si farebbe prima a controllare e multare chi non rispetta l’ambiente? Le spiagge sono un diritto di tutti.

  2. Franco Valter says:

    Signor Sindaco, tra gli incivili ci sono persone che rispettano le regole e non mi pare giusto che se io voglio stare al mare per 3 ore ne debba pagare 6. Sarebbe più giusto pagare per il tempo per cui utilizzo il parcheggio. Grazie

  3. Emanuele says:

    “esilarante l’accusa di voler riservare le spiagge ai ricchi”, ma vera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑