Attualità

Published on Giugno 6th, 2020 | by Redazione

0

ATTUALITA’, I meme e le sfide della comunicazione politica

L’argomento meme è oggetto di interesse nelle moderne tecnologie comunicative, in particolare in ambito politico dove questo strumento innovativo si è rivelato un processo comunicativo vincente.

 

Al suo utilizzo esponenziale viene attribuita la capacità di propagazione di un’idea che viene veicolata attraverso la cultura di massa, accendendo di conseguenza l’interesse dei sociologi dei processi culturali che classificano i meme, sabotatori culturali perché decostruiscono i messaggi e li collocano in un universo semantico differente da quello in cui invece sarebbero contestualizzato.

La partecipazione diffusa scaturisce dalla semplicità di  trasmissione degli internet meme, che vengono prodotti dal basso, dalla cultura popolare sotto forma di immagini statiche o gif spesso accompagnate da una didascalia, o in alternativa da un video che trasmette messaggi graffianti che passano di cervello in cervello trasformandosi via via in diverse interpretazioni e quindi diventano oggetto di manipolazione.  Questa peculiarità rende i meme appetibili per la comunicazione politica online e offline.

L’amplificazione dei meme avviene quando tutti ne capiscono la funzione narrativa e ne accettano il sarcasmo, di conseguenza sono riutilizzabili grazie alla condivisione. Si creano infatti delle cornici memetiche quando un personaggio subisce il processo di normificazione, che avviene progressivamente grazie alla sua incarnazione nel meme e nella funzione narrativa che rappresenta. Prendendo ad esempio una gif con Willy Wonka si è portati a valutare il contenuto della didascalia con ironia o sarcasmo, a condizione però che non ci si limiti ad osservare la sua immagine isolata ma si indaghi nei diversi livelli di significato, definiti layers, si analizza cioè l’insieme del campo semantico.

I media usano i meme in base alle funzioni informative e promozionali anche se ancora non sono sfruttate completamente, ma sono fin da oggi in grado di raccontare storie giornalistiche rendendole più infiltranti, ragion per cui il concetto di propaganda politica trova una nuova opportunità di esternazione senza farsi vedere troppo, ma riuscendo ad influenzare i comportamenti.

Anche in Sardegna stanno affiorando attività comunicative, come Quando c’era lei” e “SardegnAesthetics”. che promuovono la creazione di meme nelle tre piattaforme Facebook, Instagram, Twitter.

Daniela Curreli

(ilsarrabus.news)

:


About the Author




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑