Attualità

Published on Gennaio 18th, 2020 | by Redazione

0

ATTUALITA’. Arriva la Grendi, timidi segnali di ripresa al porto canale di Cagliari

Forse non tutto è perduto per il Porto industriale di Cagliari. E’ di questi giorni infatti la notizia che il gruppo Grendi, l’operatore logistico leader nei trasporti via mare per la Sardegna, ha ottenuto la concessione di un anno su un’ulteriore area di 25 mila metri quadri adiacenti al terminal del gruppo genovese. Un ampliamento che si spiega con la necessità di fare fronte all’aumento delle attività generate nello scalo del capoluogo isolano dall’incremento dei volumi di traffico relativo al nuovo servizio “feeder” di MSC operativo su Cagliari.

 

Un servizio, quello “feeder”, divenuto negli ultimi anni sempre più strategico per i grandi players mondiali e che consiste nello scarico dei containers dalle grandi navi merci e nel ricarico su navi di dimensioni più piccole, i feeder appunto, che riprendono la via del mare occupandosi capillarmente della fase finale di scarico a terra delle merci. Un incremento di traffico che vale nel concreto un’iniezione di fiducia per tutto il comparto isolano, e che fa il paio con la notizia altrettanto positiva del sorpasso nell’anno appena passato dello scalo di Cagliari ai danni di quello di Marina di Carrara: un sorpasso in termini di volumi di merci reso possibile proprio dall’incremento del traffico a cura del gruppo MSC.

Seppure timido e precario, questo nuovo sussulto di vitalità dello scalo cagliaritano fa il paio non a caso con i numeri in crescita segnati nel 2019 dal gruppo Grendi: numeri positivi che si spiegano proprio con il servizio terminal svolto a partire dal mese di ottobre dal gruppo per conto di MSC per un totale di quasi 94 mila tonnellate di merci movimentate. Una vitalità quasi insperata che fa seguito alla recente crisi della società CICT del gruppo Contship fino a pochi mesi fa concessionaria del terminal container del Porto canale, una vera e propria disfatta in termini di attività e posti di lavoro perduti.

Presentata da Grendi nella seconda metà di settembre all’Autorità di Sistema portuale della Sardegna, la domanda di concessione per quest’area aggiuntiva di 25 mila metri quadri è il risultato del nuovo servizio feeder per conto di MSC. Un servizio che garantirà con frequenza settimanale i collegamenti fra il capoluogo e il continente negli scali di Palermo, Gioia Tauro e Napoli. L’area data in concessione a Grendi ha consentito di fatto di non interrompere quanto rimasto del traffico merci scampato alla disfatta di CICT e suona per alcuni come un timido segnale di ottimismo, seppur limitato a un periodo di appena un anno, vista la provvisorietà del servizio di Grendi per MSC. Un servizio provvisorio che in ogni caso, in aggiunta ai volumi di merci trasportate, ha spinto per necessità la società concessionaria ad apprezzabili investimenti per dotarsi di mezzi specifici per le nuove attività di carico e scarico.

Nicola Silenti

(ilsarrabus.news)

:

Tags: , ,


About the Author




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑