Storia

Published on dicembre 1st, 2017 | by Redazione

0

VILLASIMIUS, 1924-1931, nasce l’acquedotto del paese

La provvigione del necessario alimento avviene per mezzo di alcune sorgenti disseminate sul territorio…”. Così viene narrato in una relazione del 1924 dell’Ufficiale Sanitario del Comune di Villasimius, recatosi  a raccogliere campioni de “s’acua de biddha”.

 

Le sorgenti interessate erano tre: Baccu Is Axinas, Baccu Sa Grutta e Gennas Artas.   “La costruzione di un acquedotto per Villasimius è necessaria, addirittura vitale”, racconta il Dottor Nannei. L’acqua era a quei tempi un bene prezioso di cui ci si approvvigionava direttamente alla fonte oppure attraverso pochi pozzi artesiani.

Durante l’estate, gli abitanti del paese erano costretti a percorrere circa due ore di cammino per procacciarsi l’acqua. Una ricerca su “is mitzas” (le sorgenti) che ha visto quale preziosa fonte orale, purtroppo ora scomparsa, Francesco Onano, ne individua parecchie disseminate sul territorio: fra le tante, mitza Efisio Onano, mitza Is Pastoris, mitza Santi Mischinu, mitza Pinnaresu, mitza Is Istellas, mitza Su Pallistru, mitza de Lallai, mitza Bellanna, mitza Sa Sedda’e Su Forti, mitza Antonio Marci, mitza Filaris, mitza Braxiolu, mitza Norvesu, mitza Porcileddu, mitza Arturo Frau, mitza Piscadeddus, e tante altre che la fonte distingue da is stumpus, come quelli di Laccus e Zimioni, che erano delle risorgive.

Il primo dicembre del 1931, dopo reiterate lamentele con le autorità competenti da parte dei sindaci susseguitisi nel tempo, iniziarono finalmente i lavori per la costruzione dell’acquedotto comunale, edificio ancora visibile in località S’Argalla, lavori che vennero ultimati il 31 maggio del 1933. Contestualmente vennero costruiti un abbeveratoio pubblico nella via Umberto I e sei fontanelle. L’allaccio alle condotte idriche avvenne alla fine degli Anni Cinquanta.

Elisabetta Valtan

(ilsarrabus.news)

:
Condividi sui social e seguici:

Tags: ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • Notizie più recenti

  • Seguici su Facebook

  • Commenti recenti

  • Archivi

  • Categorie