Sarrabus

Published on aprile 16th, 2018 | by Redazione

0

SARRABUS, Due sportelli per il progetto Maistru Torra per il reiserimento dei disoccupati nel mondo del lavoro

Ci saranno anche due sportelli operativi nel Sarrabus (a Villaputzu presso l’Ufficio Relazioni col Pubblico in municipio ogni giorno dalle 9.30 alle 12.30 e a Castiadas presso l’ex Scuola Elementare a San Pietro, il lunedì, giovedì e venerdì, dalle ore 15 alle ore 19) per il programma operativo “Maistru Torra”, voluto dalla Regione per favorire l’inserimento o il reinserimento nel mondo del lavoro di disoccupati e inoccupati, e soggetti in mobilità, e migliorare le professionalità di imprenditori, manager e lavoratori sardi, attraverso l’acquisizione di nuove competenze, la condivisione di conoscenze con altri professionisti di settore e la nascita di Reti collaborative e di scambi utili a migliorare la produttività e la competitività delle imprese sarde.

 

Per “Maistru Torra” la Regione spenderà un milione e 335mila euro. “Maistru Torra si articola in due linee, rivolte a due tipologie di destinatari – si legge in una nota – La linea 1, dedicata a circa 73 partecipanti, giovani o adulti disoccupati e soggetti in mobilità, in possesso di qualifica professionale, diploma di maturità o di laurea, per la realizzazione di un’esperienza lavorativa della durata di due mesi; linea 2 rivolta a circa 76 destinatari tra imprenditori, management, quadri, dipendenti a tempo indeterminato, parasubordinati, apprendisti, cassaintegrati, lavoratori autonomi e liberi professionisti, con una durata variabile dai dieci giorni a un mese. L’IFold garantirà un supporto costante per tutta la durata del percorso attraverso un tutor di riferimento, e si raccorderà con l’impresa ospitante sugli orari di lavoro, che non dovranno essere superiori alle 8 ore giornaliere e alle 40 settimanali, i dettagli logistici e amministrativi”.

Per partecipare c’è tempo fino al prossimo 30 giugno.

(ilsarrabus.news)

:
Condividi sui social e seguici:

Tags: , , , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • Notizie più recenti

  • Seguici su Facebook

  • Commenti recenti

  • Archivi

  • Categorie