San Vito

Published on marzo 19th, 2018 | by Redazione

0

SAN VITO, Il sindaco: “Tariffe TARI più leggere”. La minoranza: “E’ una bufala”

Il tributo comunale sui rifiuti Tari sarà più leggero per i cittadini di San Vito. Lo annuncia il sindaco Marco Antonio Siddi dopo che nei giorni scorsi il consiglio comunale ha dato il via libera alle nuove tariffe con il voto favorevole dei consiglieri comunali di maggioranza e quello contrario della minoranza.

 

In buona sostanza, secondo i dati diffusi dall’amministrazione comunale, una famiglia di quattro persone che vive in una casa di 100 metri quadri, risparmierà qualcosa come 33 euro, mentre il titolare di un’utenza commerciale di 200 metri quadrati vedrà la sua tariffa alleggerita di 340 euro.

Le nuove tariffe – spiega il primo cittadino – evidenziano dei valori in netta controtendenza rispetto al passato, con una diminuzione di consistenza rispettabile per il contribuente, invertendo per la prima volta nel settore dei tributi locali di questo Comune, la tendenza all’aumento del tributo stesso. Questo straordinario risultato è frutto di una meticolosa analisi del servizio e dei relativi costi, ma anche di una fattiva collaborazione degli utenti che hanno consentito un netto miglioramento della raccolta differenziata che si è attestata intorno al 75 per cento. A far data dal nuovo appalto che si prevede possa decorrere dal prossimo primo ottobre, i contribuenti appartenenti a tutte le categorie, usufruiranno a parità di servizio, di una diminuzione del tributo che si attesta mediamente su una percentuale che varia dal 5 per cento al 10 per cento. E in certi casi va anche oltre. Questo per quanto riguarda l’anno in corso. Per il quale potremo usufruire della diminuzione con riferimento ai soli mesi di ottobre, novembre e dicembre. Per quanto concerne il 2019 , che sarà interamente legato all nuovo appalto, si presume un risparmio più consistente essendo i costi del servizio ancora più contenuti”.

Le nuove tariffe e l’annunciato risparmio per i cittadini non convincono invece la minoranza di SanVitoInsieme, il cui capogruppo, Alberto Cuccu –  non esita a definire “bufala” il “taglio” alla Tari: “Il sindaco – dichiara Cuccu – ha fatto ciò che fanno gli illusionisti, facendo magicamente sparire la spesa prevista per l’Ecocentro, che è una voce fondamentale di cui si compone la tariffa. Siddi dovrebbe spiegare ai cittadini quando restituirà gli importi pagati in questi anni, per la spesa prevista per l’ecocentro (di cui si era già individuata l’area, con la previsione di un minimo di 18 ore settimanali di apertura e che sarebbe dovuto entrare in funzione durante l’attuale appalto, presumibilmente nel corso del secondo anno).  Pensiamo di non sbagliarci nel ritenere che una politica seria di riduzione vera delle tariffe, passi attraverso l’aumento dei proventi derivanti dai rifiuti differenziati e dalle premialità regionali, questa è l’unica manovra che riesce a produrre una diminuzione sostanziale degli oneri a carico degli utenti”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il consigliere Gianfranco Mattana: “Il calo delle tariffe è dovuto semplicemente dall’aver eliminato la voce “ecocentro” dalle bollette  – spiega Mattana – I cittadini per diversi anni hanno pagato a vuoto dei soldi per un servizio, l’ecocentro appunto, che non esisteva. Si tratta di più di 30mila euro che dovevano rimanere nelle tasche dei sanvitesi. Affermare che il taglio alle tariffe è una diretta conseguenza di una raccolta differenziata più virtuosa non è corretto: le percentuali sono sempre le stesse (75 per cento circa) e ben lontane dall’80 per cento che farebbe scattare la premialità. Il sindaco dica le cose come stanno”.

(ilsarrabus.news)

:
Condividi sui social e seguici:

Tags: , , , , , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • Notizie più recenti

  • Seguici su Facebook

  • Commenti recenti

  • Archivi

  • Categorie