Apertis Verbis

Published on novembre 1st, 2017 | by Redazione

1

L’OPINIONE, I sardi indipendenti? Farebbero certamente la fame

Dai lombardo-veneti alla Scozia, dalla Catalogna alla Sardegna si aspira sempre più alla sovranità di regione che fanno parte dei “vecchi” stati nazionali. La corsa verso l’indipendenza tramite giudizio popolare ha contagiato molte regioni, pronte, secondo loro, a dire addio alla madre patria. Passi per gli scozzesi e i catalani perché loro sicuramente hanno i numeri (anche e soprattutto finanziari) per governare da soli, ma non riesco a capire i sardi, che, ammaliati da queste grida di libertà, ambiscono appassionatamente all’indipendenza della Sardegna.

 

Non riesco a percepire come la nostra tanto amata isola potrebbe sopravvivere senza la madre patria, sarebbe come un bambino appena nato abbandonato da solo al suo destino. In Sardegna non abbiamo nulla da barattare con gli altri popoli. Importiamo di tutto per la sopravvivenza, non abbiamo fabbriche, la disoccupazione è alle stelle, infrastrutture fatiscenti, non vogliamo il metanodotto né basi militari e pale eoliche, non sappiamo far partire i treni ad alta velocità, i mezzi di trasporto non sono mai in orario, siamo rissosi su tutto senza mai approdare a qualcosa di buono.

Quella che dovrebbe essere la nostra classe dirigente è allo sbando, incapace di farci “elargire” i soldi che per diritto ci spettano dal governo centrale. Se la Sardegna fosse indipendente, sarebbe come una fragile nave alla deriva, affonderebbe dopo poche miglia. Non credo che il popolo sardo sia maturo per il grande salto, può solamente sognare di liberarsi dal governo di Roma ma poi trovarsi in un profondo precipizio senza via di uscita. Se questo evento di cui tanti sardi sognano che si avverasse, in breve tempo, in Sardegna si morirebbe di stenti.

Egidio Loi

(ilsarrabus.news)

:
Condividi sui social e seguici:

Tags: ,


About the Author



One Response to L’OPINIONE, I sardi indipendenti? Farebbero certamente la fame

  1. Attilio Piras says:

    Forse basterebbe un po’ più di rispetto per i sardi per far dimenticare loro l’idea di indipendenza. Sarebbe interessante sapere che interessi e guadagni ci sono a Quirra e a Teulada e cosa guadagna “mamma” Italia. L’unica vera risorsa dei sardi sono il sole, il mare e la natura. Pensa le meravigliose spiagge di Teulada prima dei bombardamenti, altro che lavare le divise ai militari. Quanti posti di lavoro ci sarebbero se a Quirra nascesse il deposito unico delle scorie nucleari? Questo sarebbe il lavoro e la grazia di madre Italia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑
  • Notizie più recenti

  • Seguici su Facebook

  • Commenti recenti

  • Archivi

  • Categorie