Apertis Verbis

Published on novembre 8th, 2017 | by Redazione

0

L’EDITORIALE. Siccità, sanità e dintorni, mala tempora currunt

Mala tempora currunt, dicevano i romani. La siccità rischia di assestare una mazzata mica da poco al comparto agro-pastorale del Sarrabus, nonostante la pioggerellina leggera di questi giorni, senza contare i rischi (facciamo ovviamente i debiti scongiuri) di allagamenti, se non di peggio, in caso di precipitazioni abbondanti.

 

L’altro motivo di amarezza è l’approvazione della riforma della rete ospedaliera. Nonostante gli osanna e i proclami dei consiglieri della maggioranza di centrosinistra in consiglio regionale, c’è poco da stare allegri per un ospedale come il nostro che, nonostante sia un gioiello, vedrà ulteriormente limitate le sue funzioni, come se non avesse già subito sufficienti “amputazioni” negli anni passati. Riusciranno a ricordarsi i cittadini dei nomi di coloro che hanno affossato il nostro “San Marcellino” esultando per non aver ceduto alle istanze localistiche? Provvederemo noi, a tempo debito, a ricordare quei nomi, specie se avranno la faccia tosta di presentarsi qui nel 2019 a chiedere voti, confidando sulla scarsa memoria della gente. Il nostro Sarrabus merita ben altro che chiacchiere a vuoto e promesse vane.

Infine, guardando al cosiddetto Polo Aerospaziale, la paura, nonostante l’entusiasmo e la buona fede degli amministratori che hanno “sponsorizzato” il progetto (ma sarà vero che sarà solo civile?) ed i 28 milioni d’investimento messi sul piatto, è quella che sia l’ennesima illusione per i sarrabesi abbagliati (ma mica tanto) da posti di lavoro che difficilmente saranno loro. Speriamo di sbagliarci.

Michele Garbato

(ilsarrabus.news)

:
Condividi sui social e seguici:

Tags: , , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • Notizie più recenti

  • Seguici su Facebook

  • Commenti recenti

  • Archivi

  • Categorie