Apertis Verbis

Published on maggio 18th, 2018 | by Redazione

0

LA LETTERA. Troppe carenze alla Neuropsichiatria infantile di Muravera

Sono il papà di un bambino di nove anni affetto da una malattia rara. Vivo nel Sarrabus dal 2013 e ho richiesto assistenza al servizio di neuropsichiatria infantile di Muravera per alleviare le difficoltà motorie del mio piccolo ricevendo come risposta l’impossibilità di assistenza da parte loro perchè sprovvisti in quel periodo di terapista.

 

Dall’Asl siamo stati dirottati al centro Aias di San Vito e inseriti celermente anche perchè la seria disabilità di mio figlio necessitava di un’immediata terapia riabilitativa.

Mio figlio, oggi come allora, ha bisogno dell’intevento di altri professionisti, come ad esempio un logopedista, ma non può accedere alla neuropsichiatria infantile di Muravera in quanto risulta inserito nel programma di riabilitazione motoria al centro Aias che purtroppo è sprovvisto di dette figure.

Il mio rammarico è di essere stati lasciati soli nella ricerca di figure professionali utili per rendere più dignitosa la vita di un bambino di nove anni.

Non ho mai abbandonato l’idea di un miglioramento organizzativo della neuropsichiatria infantile che permettesse questo, ma oggi, sapere che c’è la possibilità di un ulteriore ridimensionamento mi porta a scrivere queste righe.

Maurizio P. (San Vito)

(ilsarrabus.news)

 

 

:
Condividi sui social e seguici:

Tags: , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • Notizie più recenti

  • Seguici su Facebook

  • Commenti recenti

  • Archivi

  • Categorie