Castiadas

Published on marzo 8th, 2018 | by Redazione

1

CASO CHIOSCHI, Martedì vertice fra i sindaci del Sarrabus e la Regione: “Ci ascoltino, evitiamo un disastro”

I sindaci dei comuni costieri del Sarrabus (Castiadas, Villasimius, Muravera e Villaputzu), accompagnati dal direttore generale dell’Anci, Umberto Oppus, incontreranno martedì prossimo (13 marzo) l’assessore regionale agli Enti Locali, Cristiano Erriu per sottoporgli il problema della normativa sui chioschi spiaggia, quella che, per intenderci è alla base dell’ordinanza firmata dal responsabile dell’ufficio tecnico di Castiadas (all’insaputa del primo cittadino) che ha stabilito la demolizione dei chioschi sul litorale castiadese. Un provvedimento che ha scatenato le polemiche in tutto il Sarrabus ma che tocca tutti i comuni costieri della Sardegna e potrebbe causata danni notevoli all’economia turistica dei vari territorio, Sarrabus in testa.

 

Ho sollecitato l’incontro con l’assessore Erriu – spiega il sindaco di Castiadas, Eugenio Murgioni – e lo incontreremo insieme ai colleghi del Sarrabus e al direttore dell’Anci perchè è un problema che tocca tutta la Sardegna che, lo sappiamo bene, fa del settore turistico il punto di forza della sua economia. Cosa chiederemo alla Regione? Di capire cosa si può fare per porre rimedio ad una normativa che penalizza e mortifica chi, come noi, si sforza per allungare la stagione turistica. Le attuali normative regionali sono penalizzanti proprio per quanto riguarda la stagionalità, anzi, per essere chiari, impediscono di fatto qualunque strategie di sviluppo territoriale del turismo”.

Il primo cittadino di Castiadas pone l’accento anche sulla disparità di normativa esistente nelle diverse zone dell’Isola: “Nel territorio della città metropolitana di Cagliari – dice Murgioni – i chioschi sulla spiaggia possono rimanere aperti tutto l’anno, da noi, zona confinante, ne ordinano la demolizione. E’ un’assurdità a cui bisogna porre rimedio”.

Una via d’uscita potrebbe essere la nuova legge urbanistica che approderà presto in Consiglio Regionale. “Speriamo che la nuova normativa tenga conto delle esigenze di sviluppo turistico delle varie zone della Sardegna e permetta di sanare le attuali situazioni, una per tutte quella dei chioschi delle nostre spiagge. La Regione deve tener conto del fatto che il Sarrabus è una delle maggiori mete di turismo nell’intera Isola: si pensi che, secondo gli ultimi dati le sole Castiadas, Muravera e Villasimius nel 2016 hanno fatto registrare oltre un milione e mezzo di presenze. I numeri parlano da soli: abbiamo tutto il diritto di far valere le nostre ragioni”.

Intanto la demolizione dei chioschi potrebbe costare carissima all’economia turistica di Castiadas e del sud-est della Sardegna. “Proprio così – conferma il primo cittadino di Castiadas – 250 persone a spasso e, se contiamo l’indotto (i chioschi si riforniscono da produttori locali) si può ben capire che per noi potrebbe essere un’autentica calamità. Ripeto: la Regione ci ascolti”.

(ilsarrabus.news)

:
Condividi sui social e seguici:

Tags: , , ,


About the Author



One Response to CASO CHIOSCHI, Martedì vertice fra i sindaci del Sarrabus e la Regione: “Ci ascoltino, evitiamo un disastro”

  1. pietro says:

    Abbiamo votato per creare lavoro ma alla Regione pensano ai loro interessi. Manca un mese all’arrivo dei primi turisti. Restare senza un chiosco al mare è vergognoso. I nostri rappresentanti in Regione sono troppo impegnati a pensare ai “migranti” anzichè ai sardi. Povera Sardegna…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑
  • Notizie più recenti

  • Seguici su Facebook

  • Commenti recenti

  • Archivi

  • Categorie